Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Emanuela Orlandi è viva: il Vaticano la nasconde

Secondo una testimonianza, Emanuela Orlandi sarebbe stata rapita dagli iraniani e poi liberata dal Vaticano che ora la terrebbe nascosta

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

08 Marzo 2013

Emanuela Orlandi è viva Intervistato nel corso della puntata di “Quarto Grado”, che andrà in onda stasera su rete4 alle ore 21:10, Alì Agca, conosciuto ai più come colui che attentò alla vita di papa Giovanni Paolo II, ha rilasciato sconcertanti dichiarazioni sul caso riguardante la scomparsa di Emanuela Orlandi.

“Emanuela Orlandi e Mirella Gregori sono state rapite soltanto per ottenere la mia liberazione, ho prove documentali che dimostrano questa mia affermazione e questo dato di fatto. Da anni, la stampa, soprattutto quella italiana, sta seguendo le menzogne di una tossicodipendente, Sabrina Minardi. Il mondo e l’Italia vengono ingannati con la storia della Banda della Magliana. La verità è che Emanuela Orlandi è stata rapita soltanto per ottenere la mia liberazione”.

Secondo quanto raccontato da Agca, vi sarebbe stato un accordo segreto tra Vaticano e Iran al fine di liberare la ragazza rapita:

“Emanuela Orlandi era la figlia di un uomo che lavorava dentro l’appartamento del Papa, considerato anche un agente dei sevizi segreti Vaticani. La famiglia sapeva perfettamente che Emanuela era stata rapita con la complicità di qualcuno in Vaticano. Però l’ordine del rapimento di Emanuela Orlandi e Mirella Gregori è partito dal governo iraniano”.

Emanuela Orlandi è viva Con dovizia di particolari, il terrorista turco descrive il “complotto” e come fu realizzata ed eseguita la liberazione della ragazza all’ora 15enne:

“È il 19 luglio ’83: il governo Vaticano dispose una linea telefonica speciale attraverso la quale i rapitori di Emanuela possono parlare con il Cardinale Casaroli. È un segreto dello Stato Vaticano di cosa abbiano parlato. Dopo il mio ritorno in Turchia, Emanuela Orlandi è stata liberata, è stata consegnata al governo Vaticano. Adesso, probabilmente, Emanuela Orlandi si trova in un convento di clausura, affinchè non riveli questa complicità del Vaticano e del governo iraniano. Quindi, in qualche modo, Iran e Vaticano sono complici nell’omertà, un’omertà incredibile”.

E ancora più incredibile sarebbe la conferma di una tale notizia, scoprire dopo tanti anni che la ragazza è ancora viva, salvata dalla stessa Chiesa che in molti oggi accusano invece dell’omicidio.

Leggi anche

Seguici