Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Equinozio di primavera 2013, oggi 20 marzo

Arriva la primavera astronomica, ma ancora per qualche giorno avremo piogge e basse temperature

Licia

di Mamma Licia

20 Marzo 2013

Equinozio di primavera 2013, oggi 20 marzo

Alle 11 e 2 minuti UTC (Tempo Universale Coordinato) di mercoledì 20 marzo avrà inizio la primavera astronomica.

In quell’istante, il Sole, nel suo moto apparente, attraverserà il punto d’intersezione tra l’eclittica terrestre, il percorso della Terra attorno al Sole, e l’equatore celeste, dando vita, nell’Emisfero Boreale, all’Equinozio di Primavera.

Così come dice la parola stessa equinozio (equus nox), in quel momento la durata del giorno e quella della notte saranno perfettamente uguali. Dodici ore di luce e dodici ore di buio. Chi, alle 11.02 (12.02 del CET, Ora Solare Europea) si troverà sull’Equatore avrà il Sole esattamente sulla propria testa, cioè allo zenit, e non vedrà nessuna ombra.

Per i poli l’equinozio di primavera segna l’inizio del giorno polare in Artide (il Sole non tramonterà più fino all’Equinozio di Autunno) e l’inizio della notte “perpetua” in Antartide (6 mesi di totale oscurità).

Il 20 marzo il Sole sorgerà quasi esattamente ad est e tramonterà quasi esattamente ad ovest, ed i suoi raggi si orienteranno più perpendicolarmente alla superficie terrestre. È per questo che si avrà una maggior insolazione ed un maggior riscaldamento del terreno nel nostro Emisfero.

Mentre la primavera astronomica inizia oggi, quella meteorologica è già cominciata il 1° marzo e terminerà il 31 maggio. Meteorologicamente, infatti, la primavera è considerata un periodo intermedio, insieme all’autunno, fra i tre mesi più freddi (l’inverno) e i tre mesi più caldi (l’estate),  e generalmente anticipa di circa 20 giorni la primavera astronomica.

Dal 1° marzo generalmente si assiste ad un addolcimento del clima, ma quest’anno per avere un tempo stabile e più caldo dovremo attendere ancora un po’. Nei prossimi giorni, infatti, è in arrivo una nuova intensa perturbazione Atlantica, che porterà piogge e rovesci e neve a quote medie, con temperature in diminuzione.

Leggi anche

Seguici