Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Gravidanza settimana per settimana, cosa succede a te e al tuo bambino

Gravidanza settimana per settimana: ogni settimana nuovi cambiamenti intervengono nel corpo della donna incinta

DanielaBrancaccio

di Dott.ssa Daniela Brancaccio

04 Aprile 2013

Gravidanza – trentaduesima settimana

La gravidanza settimana per settimana sta completando il suo sviluppo. Alla settimana 32 di gravidanza comincia ad esistere rischio di parto prematuro, così si dovrebbe essere molto attenti alle contrazioni. All’inizio quello che dovrai osservare sono le cosiddette false contrazioni o contrazioni di Braxton Hicks, che sono spasmi muscolari che l’utero utilizza come allenamento per essere in forma al momento del parto. Solo se si hanno 5 contrazioni in meno di un’ora si deve consultare il medico perché potrebbe essere un segno di parto pretermine.

 Cambiamenti nel corpo della donna incinta

Nella 32 settimane di gravidanza, la dimensione del tuo utero può fare pressione sui nervi, facendo sì che si estendano alcuni gruppi di muscoli, come gli addominali e i legamenti che si dilatano per effetto degli ormoni. Tutti questi cambiamenti possono causare dolori e disturbi della schiena, soprattutto ai lombi e ai  fianchi.

A causa del volume  che occupa il tuo utero, i polmoni si muovono verso l’alto. Di conseguenza, vi sentirete più stanche quando salite le scale o camminate per tratti molto lunghi, poiché la capacità polmonare è bassa e hai guadagnato peso. Puoi percepire una mancanza di aria, poiché l’utero spinge verso l’alto, spingendo il diaframma e l’addome. È importante che non forzi mai la macchina e che riposi quando ti senti debole.

Il volume di sangue è del 40-50 per cento più elevato poiché il vostro corpo deve occuparsi anche del bambino. Il tuo aumento di peso sarà mezzo chilo a settimana per il volume della pancia, avrete difficoltà a dormire e trovare la posizione più adatta. La posizione migliore è dormire su un fianco e per mantenere un buon equilibrio e riposare meglio, cerca di sistemarti con dei cuscini e non dimenticare di metterne uno tra le gambe per evitare che il peso della pancia pieghi il tuo corpo in avanti.

Il petto e il tuo utero cominciano a prepararsi per il grande evento. Come l’utero comincia ad allenarsi con la simulazione delle contrazioni del travaglio, il seno ha iniziato già a produrre il primo latte, il colostro, che alimenterà il bambino nei suoi primi giorni di vita. Conviene usare dischi assorbenti nel reggiseno per evitare di macchiare i vestiti se soffri di piccole perdite di colostro.

Se hai dolori di stomaco, o senti il  bambino spingere verso il basso o se si muove meno del solito, consulta uno specialista. Allo stesso modo, se hai offuscamento della vista, o un flusso vaginale anormale con striature di sangue, dovresti andare subito in una struttura medica.

Sviluppo e crescita del bambino in gravidanza

Il tuo bambino pesa a 32 settimane di gravidanza 1,8-2 chili ed è tra i 38 e 43 centimetri. È quasi formato, quindi il suo aspetto ricorda quello che avrà alla nascita, ma deve ancora crescere e raggiungere un peso maggiore. Se nasce ora le sue probabilità di vivere sarebbero dell’85 per cento.

Nella trentaduesima settimana di gravidanza, il cervello del bambino ha raggiunto uno sviluppo elevato, tanto che gli scienziati vedono poca differenza tra il cervello del feto di 32 settimane e il cervello del neonato. Oggi si ritiene che il bambino non ancora nato possa pensare, e persino creare il suo primo ricordo a partire dalla trentaduesima settimana.

Le unghie spuntano alle dita delle mani. Per questo motivo, è normale doverle tagliare un poco dopo la nascita per evitare che si graffi quando si tocca il viso. Alcuni bambini hanno già i capelli in questa fase, ma altri hanno solo una peluria molto fine. 

Salute ed emozioni in gravidanza

È possibile che ti senta preoccupata per la vitalità del tuo bambino. A causa delle sue dimensioni, che occupano quasi l’intero utero, sarà più difficile muoversi, ma non per questo si fermerà. Pertanto, è bene notare i suoi movimenti e se non li senti devi comunicarlo al medico il più presto possibile.

L’utero in crescita comprime alcuni vasi sanguigni  favorendo la comparsa di piedi gonfi. Utilizzare calzature adeguate è essenziale per minimizzare il disagio, calzando, se necessario, un numero maggiore. E inoltre evita scarpe con tacchi lunghi o completamente piatte. Sono ideali per questa fase quelle con tacco largo e basso, ampie e con suola flessibile. E appena puoi cerca di stare con i piedi in su, fare movimenti circolari con le caviglie, evitare di restare troppo a lungo nella stessa posizione e camminare regolarmente.

Se avete già iniziato il corso preparto nel centro medico con l’ostetrica, l’esercizio fisico, la respirazione, il rilassamento e la preparazione del perineo al parto, ti aiuteranno a sentirsi meglio ogni giorno. Imparerai anche a fare i gesti per l’espulsione al momento del parto. Non dimenticate che ai corsi di preparazione alla nascita dovrebbe venire anche il vostro partner.

Per la preparazione del perineo sono buoni i  massaggi con olio di rosa canina. Questo darà una maggiore flessibilità  all’ingresso della vagina, ed eviterà strappi o l’esecuzione di una episiotomia durante il parto.

Dieta e alimentazione per la donna incinta

La maggior parte di calcio di cui il bambino necessita si deposita nelle ossa durante l’’ultimo trimestre di gravidanza. Dalla trentaduesima settimana di gestazione è massima la crescita e inizia la formazione dei denti. Il calcio è un minerale coinvolto nello sviluppo delle ossa e dei denti, ed è essenziale per il corretto funzionamento dei sistemi circolatorio, nervoso e muscolare. È possibile ottenere il calcio dal cibo, quindi se si segue una dieta ricca di calcio, non c’è bisogno di prendere integratori di questo minerale.

Dalla trentaduesima settimana aumenta il consumo di alimenti ricchi di calcio come latte e prodotti lattiero-caseari (formaggi, yogurt…), pesce (sardine, orate e coda di rospo), frutta secca (mandorle e nocciole) e tuorlo d’uovo.

E non dimenticare le vitamine. Frutti come fragole e frutti di bosco (more, mirtilli, lamponi) contengono molte di vitamine antiossidanti che sono essenziali al tuo bambino per svolgere le sue funzioni vitali.

Curiosità relative alla trentaduesima settimana di gravidanza

In gravidanza, quando ti metti al volante, è importante essere molto prudenti e seguire le seguenti raccomandazioni. Nel corso dell’ultimo trimestre, da 32 settimane di gravidanza, il tuo corpo potrebbe subire variazioni diverse che possono influire sulla capacità di guida: cambiamenti ormonali, variazioni dei livelli di zucchero nel sangue, cambiamenti della pressione sanguigna, disturbi della visione, problemi circolatori alle gambe…

Per la sicurezza di guida in gravidanza utilizza sempre le cinture di sicurezza, anche se il viaggio è breve. Posizionala correttamente, cioè la fascia inferiore all’altezza dell’inguine, sotto l’addome (non sulla pancia), e la banda superiore tra i seni. E poi aumenta la distanza tra il sedile e il cruscotto per evitare di strofinare la pancia con il volante, sistema il poggiatesta nella posizione ideale per proteggere il collo e la testa, regola il volante verso il petto, non alla testa o all’addome, non disattivare l’airbag e nei lunghi viaggi, riposare ogni due ore e cerca di camminare per pochi minuti a piedi. Se ti trovi coinvolta in un incidente, mantieni la calma e ricorda che il sacco amniotico protegge il bambino contro i traumi.

Fonte: www.guiainfantil.com

Cosa succede nel corso della trentatreesima settimana? Leggilo quiGravidanza settimana per settimana cosa succede a te e al  tuo bambino

 

 

Leggi anche

Seguici