Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Frigorifero: come conservare gli alimenti in frigo

di Mamma Elisa

19 Novembre 2010

A volte un po’ perché andiamo sempre di fretta,un po’ per distrazione,un po’ perché noi mamme facciamo diverse cose contemporaneamente, ci capita di riporre gli alimenti che abbiamo comprato o che abbiamo cucinato nel frigo senza seguire alcun ordine o regola.

Sapevate che ogni alimento ha un posto preciso dove essere posizionato nel frigo?

Ebbene si esistono delle regole ben precise che consentono un’ottimale conservazione del cibo e che preservano anche la nostra salute perché un cibo ben conservato mantiene intatte tutte le sue caratteristiche nutritive e viene protetto dalla contaminazione di batteri.

Vediamo un po’ come dovrebbero essere posizionati gli alimenti in frigo:

  • Nella parte più alta del frigo andrebbero riposti formaggi freschi o stagionati,le uova nell’apposito contenitore,i vasetti aperti,gli scatolami aperti anche se è sempre meglio versare il contenuto di quest’ultimi in un contenitore di vetro perché il materiale migliore per conservare i cibi è appunto il vetro.

I formaggi non vanno conservati senza protezione,ma vanno avvolti con della pellicola traspirante adatta per alimenti che consenta all’alimento specialmente se umido di traspirare evitando così la formazione della muffa o in alternativa si può avvolgere il formaggio nella carta forno o in uno scottex ovviamente non stampato perché i colori utilizzati per decorate questa carta potrebbero “attaccarsi” all’alimento.

  • Nella parte centrale andrebbero riposti salumi e affettati, prodotti sottovuoto,  i cibi cotti tipo minestroni,sughi,carni ecc,ecc..

È molto importante non conservare nel frigo i cibi caldi appena cotti perché questo comporterebbe un aumento immediato della temperatura e di conseguenza gli alimenti potrebbero subire delle alterazioni.

Inoltre i cibi cotti non vanno tenuti per molti giorni nel frigo, se non si intende consumarli in breve tempo è  utile congelarli. Se invece intendiamo consumarli per esempio dopo due giorni  è sempre meglio riscaldarli per bene e se sono sughi o minestre  è consigliabile portarli ad ebollizione rimescolandoli più volte, questo consente una sterilizzazione del prodotto.

  • Nella parte inferiore andrebbero riposte carni crude,pesce crudo e cotto e nell’apposito cassetto la verdura.

La frutta è  meglio conservarla a temperatura ambiente in un luogo fresco della casa.

La verdura  non va conservata senza protezione,ma in un sacchetto di plastica per alimenti o saccoccio di cartone (alcuni fruttivendoli fortunatamente li utilizzano ancora al posto delle buste di plastica).

Un ultimo consiglio che vorrei darvi è quello di non riempire il frigo e di non sovraccaricarlo perché un frigorifero molto pieno non riesce mai a raggiungere la temperatura ottimale, inoltre è sempre meglio che tra un alimento e l’altro ci sia lo spazio sufficiente per far circolare l’aria fresca intorno ad esso questo consente una migliore conservazione del prodotto stesso.

Potrebbe interessarti anche: http://www.vitadamamma.com/3229/come-pulire-il-frigorifero-ed-il-freezer.html

Leggi anche

Seguici