Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

I Marsupilami film al cinema, trailer

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

31 Marzo 2013

Ultimo nato in terra di Francia il film d’animazione “I Marsupilami“.

Il film è tratto dai fumetti del belga Andrè Franquin, del 1952, famosissimi in Francia in quegli anni. Il personaggio principale della striscia era un incrocio tra un cane e una scimmia, i “Marsu”. Il pelo giallo e maculato e una coda lunghissima.

Fan del buffo animale anche il regista di questo nuovo film che è appena uscito nelle sale italiane, e che ha già fatto record d’incassi in Francia: 36 milioni di euro. Alain Chabat, attore e regista francese, firma la trasposizione cinematografica del fumetto.

“Ho finalmente realizzato il mio sogno di bambino: ho iniziato a colorare i disegni del Marsupilami prima che cominciassi a saper leggerne i fumetti. Il film è un progetto a cui ho lavorato oltre un decennio, prima ancora di dirigere Asterix & Obelix: Missione Cleopatra”.

Regista e interprete Chabat, impersona nel film Dan Geraldo, giornalista in missione in Palombia a caccia di un reportage sulla tribù dei Paia. Spalla nel film l’attore comico Jamel Debbouze, nel ruolo della guida Pablito, accompagnatore sui generis con prole innumerevole, e anche l’unico che creda che i Marsupilami esistano davvero.

Nella giungla anche un botanico che ringiovanisce grazie ad una orchidea magica delle specie più rare. Le storie si intrecciano anche con quella del dittatore della Palombia, il generale Pablito, interpretato da Lambert Wilson, che si è divertito nelle scene da musical americano girate nella giungla.

Niente 3D per il film, per scelta del regista, il quale ha privilegiato invece gli aspetti digitali, per rendere realistici i Marsu.

Momento felice per il cinema francese, che ha sfornato ben 16 film che hanno superato incassi per oltre un milione di euro. Si punta a film per famiglie anche in questa stagione di primavera: in arrivo infatti direttamente dalla terra di Asterix il secondo “Cattivissimo Me”, ma anche il terzo “Kirikù e gli uomini e le donne”, e un altro film d’animazione, diretto da Jean-Loup Felicioli, candidato all’Oscar 2012: “Una vie de chat”.

Leggi anche

Seguici