Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Kid President: il bambino che imita Obama su Youtube ospite alla Casa Bianca, video

Il Presidente Barack Obama incontra Robbie Novak, alias Kid President per la festa di Pasqua

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

02 Aprile 2013

Su you tube è ormai una star, e se n’è accorto anche Barack Obama.

Si chiama Robbie Novak, ha 10 anni, e ormai da mesi i suoi video sono cliccatissimi su Youtube.

Il suo nome d’arte è “Kid president”. In completo blu e cravatta rossa è ormai la star del web. Imita il presidente Obama, e il presidente ringrazia.

Ieri Robbie Novak infatti è stato invitato alla Casa Bianca a presiedere insieme alla famiglia Obama alla tradizionale caccia alle uova, una cerimonia che si tiene ogni anno a Pasqua, e che ospita moltissimi bambini nei giardini della residenza del Presidente americano.

Kid President è apparso sul balcone della Casa Bianca insieme al presidente, a Michelle, e alle figlie Sasha e Malia. Proprio Michelle ha poi ringraziato il piccolo:

“Grazie Kid President, siamo orgogliosi della tua presenza qui e del messaggio contenuto nei tuoi video, quello di lavorare sodo, di aiutare il prossimo e essere sempre migliori. Qualche volta dovresti passare un po’ di tempo nello Studio Ovale e aiutare mio marito a risolvere qualche problema”.

Il personaggio di Kid President nacque in origine per promuovere delle cene di beneficenza a favore della Freed Hardeman University, nel Tennessee.

Il piccolo attore Robbie Novak malato di una malattia delle ossa, fu coinvolto lo scorso dicembre in una di queste cene, che ebbe come ospite d’onore Condoleezza Rice. Robbie interpretava Kid president, e da quel momento il mini presidente ebbe vita al di fuori delle mura universitarie, diventando un vero fenomeno del web. Alcuni suoi video sonno diventati “Virali” e hanno raggiunto oltre 10 milioni di utenti. L’ultimo, “A prep Talk from Kid President To You” ha avuto addirittura più di 17 milioni di visualizzazioni. Nei suoi messaggio ci sono sempre parole di solidarietà, di forza e di amore. Ha anche parlato con leggerezza di coloro che come lui combattono quotidianamente malattie rare o incurabili.

Leggi anche

Seguici