Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Tatuaggi dedicati ai figli: ecco i peggiori del mondo, foto

Tatuaggi dedicati ai figli - Ecco alcuni esempi di pessimi tatuaggi realizzati traendo ispirazione dai propri figli

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

03 Aprile 2013

tatuaggi  Un tatuaggio è un qualcosa di indelebile che ti rimarrà sulla pelle per tutta la vita.

La scelta di realizzarlo o meno, a mio parere, deve essere ben ponderata, così come il soggetto da “imprimere” sulla pelle deve rappresentare un concetto o un pensiero molto importante, atto a rappresentare un “pezzo” della propria vita.

Sono sempre più i genitori che decidono di lasciarsi ispirare dai propri figli, di incidere sul proprio corpo il loro nome, il loro volto o qualsiasi altro particolare che faccia riferimento solo ed esclusivamente a loro.

tatuaggi ispirati  Purtroppo però non sempre il risultato è quello sperato, soprattutto per quanto riguarda i ritratti. Lineari, precisi e fatti con meticolosa precisione, questi dovrebbero rappresentare l’esatta copia dell’originale, o almeno è ciò che ci si aspetta da un quadro.

Alcuni tatuatori, pur non essendo dei bravi ritrattisti, si cimentano in queste imprese dal risultato non proprio esaltante, lasciando così un segno indelebile sull’epidermide del cliente non certo soddisfatto.

La regola principale sarebbe: effettuare prima uno schizzo di prova con foglio e matita e poi, dopo aver ricevuto la giusta approvazione, procedere con il tatuaggio.

Una semplice prassi che, a vedere le foto postate qui di seguito, non sempre viene rispettata.

 Questo è un chiaro esempio di un tatuaggio non riuscito perfettamente in quanto è di facile fraintendimento, motivo per il quale sul web viene quasi sempre correlato alla foto “dimostrativa“.

Questi invece sono dei ritratti che, a mio dire, risultano davvero inquietanti….

         

Leggi anche

Seguici