Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Giornalista si finge clochard e muore di freddo

Il reporter britannico Lee Halpin muore per ipotermia durante un suo reportage sui senzatetto britannici per l'emittente Channel 4

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

08 Aprile 2013

Newcastle. Doveva essere il suo reportage più importante ed invece è gli stato fatale. Lee Halpin, giornalista 26enne inglese è stato trovato morto per strada dopo alcune notti passate a girare il suo servizio giornalistico.

Il giovane reporter stava realizzando un servizio esclusivo sui clochards inglesi per l’emittente britannica Channel 4. Era uno stagista, era stato assunto da poco tempo.

Proprio nello svolgimento della sua attività ha trovato la morte per ipotermia, dopo essersi travestito da homeless ed avere provato a vivere per alcuni giorni come i protagonisti del suo reportage.

Sarà comunque necessario aspettare i dati dell’autopsia per avere la certezza dell’accaduto, ma Channel 4 è già nella bufera per questa storia purtroppo finita male.

Perché, come riportato anche dall’Agi, dopo i primi lanci di agenzia sulla tragedia, alcune voci hanno cominciato a circolare sull’arresto di due giovani per spaccio, nella stessa zona dove Halpin è stato trovato morto.

Si ipotizza infatti che i due possano avere scambiato il reporter per un poliziotto infiltrato travestito da senzatetto, alla ricerca di prove per rapine e spaccio.

Al vaglio degli inquirenti alcune prove reperite sul luogo dell’incidente, e soprattutto delle testimonianze degli homeless che il reporter aveva conosciuto nelle settimane di permanenza al loro fianco, per girare il suo servizio, condividendo con loro povertà e miseria, fino al triste epilogo.

Leggi anche

Seguici