Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Detersivi ecologici fai da te per pulire la casa

Le pulizie di casa fatte con detersivi naturali e metodi fai-da-te economici e non inquinanti

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

16 Maggio 2013

detersivi ecologici fai da te per pulire la casaLe pulizie di primavera sono tra le incombenze più antipatiche dalle casalinghe.

Ad aprile le giornate si allungano, e illuminano le case, anche le più brillanti, e così improvvisamente la polvere si fa più “polverosa”, le tende più grigie, i divani e i cuscini necessitano di un lavaggio profondo. Il cambio di stagione, il dare aria alla casa in occasione della bella stagione, presuppone un impegno annuale di cui le donne farebbero volentieri a meno.

Ma le cose devono essere fatte e allora mettiamoci un po’ di buona volontà e organizziamo il lavoro.

In tempi di crisi l’imperativo è risparmiare, ed anche in tema di detersivi, qualche accorgimento potrebbe moderare questa spesa. Se si pensa poi che i detersivi per la casa sono tra gli inquinanti che più ammalano il pianeta, pensare a dei prodotti che preservano l’ambiente può essere una idea da considerare.

Ecco allora qualche suggerimento per spendere meno e meglio per pulire casa, magari utilizzando i vecchi “rimedi della nonna”.

Innanzitutto c’è da dire che invece delle migliaia di flaconi e spruzzini che dominano sulle mensole delle nostre lavanderie, pochi ma opportuni prodotti sono sufficienti per pulire qualsiasi superficie e qualsiasi oggetto o elettrodomestico di casa.

Inoltre, per delle pulizie “poco stressanti”, ma fatte a regola d’arte bastano due cose: organizzazione e strumenti adatti.

Cominciamo con l’organizzazione: basta semplicemente andare con ordine.

> Diamo aria alla casa. Apriamo i balconi e togliamo le tende dalle finestre. Poi iniziamo da piastrelle e pavimenti.

> Continuiamo con la pulizia degli armadietti e della cappa in cucina.

> Puliamo il forno e il frigo.

> Proseguiamo con la zona notte e infine dedichiamoci ai sanitari.

Per quel che riguarda invece gli strumenti, come si diceva, per dare anche una mano alle tasche e all’ambiente, rispolveriamo i rimedi della nonna e teniamo solo al massimo due-tre detersivi comprati al super. In più però non dimentichiamo di usare aceto, bicarbonato, sale, e pochi altri rimedi che troviamo normalmente in casa.

Anche qui andiamo con ordine:

 

  • Gli innumerevoli utilizzi dell’aceto.

L’aceto può essere utilizzato per pulire praticamente tutta la casa.

Due cucchiai d’aceto, con una tazza di alcol e una di acqua versati in uno spruzzino puliscono vetri, specchi e piastrelle. Ottimo anche per cromo e acciaio. Per le piastrelle del bagno, dopo la normale pulizia con il detersivo usuale è sufficiente spruzzare un po’ di questo mix e passarci un panno umido e il calcare sarà sparito.

In cucina l’aceto può essere aggiunto all’acqua e con alcune foglie di menta o scorze di limone potrà sostituire il detersivo per pavimenti.

Utilizzate 1-11/2 tazza di aceto bianco in lavastoviglie con lavaggio a basse temperature (non a freddo) per pulirla da residui di grasso e impurità che si stipano nei tubi.

Per eliminare il calcare e far splendere bicchieri, vetri e cristalli strofinate un panno umido imbevuto con qualche goccia d’aceto.

L’aceto funge anche da ammorbidente durante il risciaquo della lavatrice, ed è anche indicato per chi ha la pelle sensibile, a posto degli ammorbidenti normali, che sono composti  chimici

Al posto del vapore (che è il metodo migliore per pulire e disinfettare) si può usare un mistura di acqua, un goccio di detersivo per piatti, aceto e alcol per i pavimenti.

 

  • Il sale

Anche il sale è un detergente naturale, non inquinante e economico.

Usate il sale grosso per fare una pasta con 500 g di sale ogni litro d’acqua. Con questa crema si potranno poi eliminare macchie su pareti o mobili, si potrà pulire il forno, le pentole e le padelle. Non utilizzatela però su mobili di legno o sull’alluminio.

Anche in bagno il sale è un alleato affidabile: sui sanitari usatelo con una spugna morbida ricoperta di sale e poi sciacquate le superfici.

Se si desidera un effetto sbiancante si può aggiungere al sale anche un po’ di bicarbonato in proporzione ¼ di sale grosso, ¼ di sale fino e 2/4 di bicarbonato per creare una pasta da utilizzare sulle superfici da lavare.

 

  • Il bicarbonato

Altro prodotto che ci troviamo in casa è il bicarbonato.

Il bicarbonato può essere utilizzato per assorbire gli odori: un bicchiere si plastica di bicarbonato in frigorifero elimina le esalazioni dei cibi. Anche sul fondo del bidone della spazzatura il bicarbonato può essere utile per lo stesso scopo.

Il bicarbonato aggiunto ad un bicchiere d’acqua e al succo di mezzo limone può essere utilizzato per disintasare e profumare gli scarichi dei lavandini.

Il microonde anche può essere pulito con un bicchiere di acqua calda addizionato a 4 cucchiai di bicarbonato, o la stessa soluzione può essere lasciata all’interno e portata a bollore. Dopo, grazie ai vapori formatisi, è sufficiente passare un panno umido alle pareti del microonde e sporco e grasso verranno via facilmente.

 

  • Altri rimedi

Le pulizie di primavera inoltre possono essere compiute anche con altri prodotti di uso comune domestico.

Ad esempio, con il dentifricio (quello bianco) si possono pulire i sanitari, o si possono lavare pentole e padelle. Si possono pulire anche parti metalliche dei mobili in tutta la casa.

L’acqua ossigenata ha un utilizzo simile all’aceto e risulta utile contro le macchie di calcare su specchi e vetri.

Utile anche per lo sporco ostinate delle fughe delle piastrelle: un bicchiere d’acqua ossigenata mescolata con 3 cucchiai di fecola da applicare per un’ora alle fughe le faranno ritornare come nuove.

L’olio per bambini può servire da lucidante per lavelli e acciai. Usatene qualche goccia su un panno umido anche per i vetri della doccia.

L’ammoniaca può servire per la pulizia interna degli armadi della cucina, debitamente diluita in acqua, e anche per la cappa. Utile anche per pulire il forno: lasiate un bicchiere d’acqua e ammoniaca dentro il forno per una notte e l’indomani eliminate ogni incrostazione facilmente con un panno.

Per i tappeti potrà essere utile spruzzare dell’acqua mista ad amido di mais. Dopo passate normalmente un aspirapolvere e vedrete come sarà pulito il tappeto.

Anche il timo è un utile alleato contro la muffa: lasciatelo in infusione in acqua per un paio di giorni e poi utilizzatela sulle piastrelle e la muffa sparirà.

 

  • Come non finire le pulizie dando una profumata alla casa? E allora anche questo compito può essere portato a termine “naturalmente”:detersivi ecologici fai da te per pulire la casa

Le bucce d’arancia e mandarino essiccate dentro dei sacchetti di garza o plastica bucherellata possono essere dei buoni deodoranti per l’ambiente.

In alternativa fate bollire dei chiodi di garofano e della cannella e tutta la casa profumerà di queste fragranze.

E voi adesso godetevi il meritato riposo.

 

Se i nostri consigli ti sono piaciuti

iscriviti alla Newsletter di Vita Da Mamma,

riceverai presto altri consigli su:  

“Come Pulire la Casa in Modo Ecologico ed Economico”

– è tutto completamente gratis, ti basta iscriverti qui: 

newsletter vita da mamma

Leggi anche

Seguici