Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Parigi: un uomo entra entra in una scuola e si spara davanti ai bambini

Un uomo armato entra entra in un asilo e spara è accaduto ieri intorno alle 11.30, durante l'ora di ricreazione, un uomo entra nell'istituto La Rochefoucauld in pieno centro parigino e si spara davanti agli alunni. Ancora ignote le cause del gesto

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

17 Maggio 2013

Parigi. Ancora orrore tra i banchi di scuola.  Ieri mattina all’istituto La Rochefoucauld della rue Cler, settimo arrondissement, per capirsi proprio vicino alla torre Eiffel, un uomo è entrato da un portone secondario e si è sparato un colpo di fucile in volto.

L’accaduto si è svolto intorno alle 11.30, l’istituto è una scuola cattolica comprensiva di classi elementari, medie e superiori. Era l’ orario della ricreazione e i bambini si trovavano fuori dalle classi. Questo individuo, di 51 anni ha fatto irruzione con il fucile in mano. Due impiegati della scuola hanno provato a fermarlo, l’uomo ha lanciato in aria dei fogli che aveva con se ed è partito il colpo, proprio al mento.

L’uomo è caduto in terra in una pozza di sangue proprio davanti agli occhi increduli degli alunni che si trovavano nell’atrio principale.

Nessuno è rimasto ferito, ma in quei momenti i bambini, anche i più piccoli hanno vissuto attimi di orrore.

Un piccolo testimone racconta: “Ho visto l’uomo per terra con tutto il sangue intorno. Ho sentito dire che si è suicidato. Gli altri bambini piangevano, come me, avevamo tanta paura. Ho pensato che fossero i terroristi e che ci avrebbero uccisi tutti”.

L’istituto è stato evacuato per sicurezza, ed un gruppo di psicologi è intervenuto per prendersi cura dei più piccoli mentre i genitori venivano avvisati. Tra questi anche l’ex primo ministro Francois Fillon, suo figlio è alunno della scuola.

Alcuni genitori hanno subito commentato la mancanza di sicurezza, si sono chiesti come sia potuto succedere che un uomo sia potuto entrare armato di fucile.

Immediatamente il ministro dell’Educazione Vincent Peillon, a Bruxelles per un incontro, è rientrato nella capitale.

Anche il Presidente Hollande ha commentato l’accaduto: «La nostra scuola deve essere al riparo dalla violenza , questa è una priorità del governo».

I motivi della tragedia sono ancora poco chiari, sembra però che l’uomo fosse già stato segnalato alla polizia in precedenza per violenze coniugali.

Leggi anche

Seguici