Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Estate 2013: in montagna ad agosto

Alternativa valida al mare, la montagna ad agosto può riservare piacevoli sorprese, e regalare momenti di relax per una vacanza ad alta quota

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

29 Maggio 2013

Le vacanze estive sono alle porte, e molti già organizzano il proprio viaggio, o prenotano la cabina per l’estate al mare.

E se invece quest’anno ad agosto si andasse in montagna?

L’idea non è neanche malsana, visto che in Italia le montagne non mancano, e sono senz’altro affascinanti anche da visitare in estate.

Non dimentichiamo poi che le Dolomiti, un vanto tutto nostrano, sono diventate patrimonio universale Unesco.

E allora dove andare, cosa fare, e come prepararsi?

Innanzitutto scegliere bene una località può voler dire indovinare la vacanza: in agosto ad esempio  in tutto l’arco Alpino la piovosità è elevata, e dunque il mese migliore sarebbe settembre.

Per chi invece volesse il paesino di Heidi e suo nonno è possibile fare una visita a Chamois, in val d’Aosta, dove il tempo sembra scorrere lento, non ci sono strade e il paesaggio è da cartolina.

Se si parte con i figli poi le destinazioni montane italiane sono molte, e ben attrezzate: la Val di Fassa, la Val Gardena, tutte hanno kinderhotel attrezzati, con animatori e guide che faranno amare la montagna anche ai più piccoli.

Se si programmano poi delle escursioni in montagna poi, le raccomandazioni sono poche ma necessarie:

  • Per prima cosa, indossate un abbigliamento adatto. Non necessariamente è necessaria una attrezzatura da trekking, ma dotate tutta la famiglia di unh paio di scarponcini comodi, un kit di emergenza da portare nello zaino (lampada, coltello, bussola e kit di primo soccorso), acqua e cibo
  • Accertatevi che il cellulare sia carico e memorizzate i numeri della guardia Forestale (1515)
  • In base a quanto si è esperti, preferite le guide o in alternativa semplici carte geografiche che indicano i sentieri da percorrere.
  • Sempre a seconda delle condizioni fisiche scegliete i sentieri che fanno più al caso vostro, ma individuate sempre dei punti di riferimento durante il percorso, indispensabili per orientarsi.
  • Lasciate sempre detto a qualcuno dove vi recate, in caso di necessità saprete che vi stanno cercando nella giusta direzione.
  • Controllate il meteo prima della partenza.
  • Non accendete fuochi in zone non apposite, non portate auto sui prati, rispettate l’ambiente.

Questo, insieme ad altri consigli pratici è un vademecum estratto dal sito della Guardia Forestale, è utile a grandi e bambini e può diventare un valido ausilio per chi ha intenzione di organizzare una vacanza in estate proprio in montagna.

Leggi anche

Seguici