Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Come curare il corpo dopo la nascita di un bambino

DanielaBrancaccio

di Dott.ssa Daniela Brancaccio

07 Dicembre 2010

I cambiamenti che si verificano nel corpo femminile subito dopo il parto possono essere spesso traumatici, sia per le neomamme che per le donne con più figli.

Nei primi giorni dopo il parto si può tendere ad essere euforiche e un attimo dopo depresse, si può piangere per un nonnulla. Gli sbalzi d’umore, insieme con gli ovvi cambiamenti fisici e gli elevati livelli ormonali, sono normali subito dopo aver partorito. Il fatto di essere responsabili di un essere indifeso fa sentire spesso spiazzati.

I neonati inoltre, non dormono molto a lungo, al massimo per tre ore, ma è importante tener presente che ciò non durerà per sempre. E’ importante cercare allora di dormire quando dorme il piccolo, anche nel bel mezzo della giornata.

Iniziando ad allattare fin dai primi giorni dopo la nascita, il seno può aumentare anche di tre taglie. Diventa pesante, dolorante al tatto, pieno di vene. Naturalmente allattare il bambino da un po’ di sollievo. Se però l’area del capezzolo e l’aureola arrossiscono eccessivamente ed il dolore è intenso è preferibile chiedere un consulto medico, si può trattare di mastite. In ogni caso è importante scegliere con cura il tipo di reggiseno adatto.

Le smagliature sono causate dal fatto che durante la gravidanza  la pelle fa spazio al bambino e ai grassi in eccesso. Con il tempo diventeranno meno visibili e assumeranno un colore simile alla pelle, molte donne le considerano come segni di successo e coraggio per aver superato bene il momento del parto.

Anche l’utero cambia ingrandendosi di molto durante la gravidanza. Per questo i dolori successivi al parto, che le puerpere accusano mentre esso riduce le sue dimensioni, sono più che normali. Se affrontate un parto vaginale anche la vagina sarà dolorante per un po’ di tempo. Esistono pomate adatte per alleviare il fastidio, l’importante è la pulizia. Si avranno anche delle perdite, solo se sono eccessive necessitano di un controllo medico.

Può accadere che lo sforzo del parto e il peso del bambino causino dolorose emorroidi nella zona anale. Bisogna applicare della crema nella zona interessata, bere molto e mangiare frutta e verdura per evitare la stipsi che inasprisce il disturbo.

E’ più probabile soffrire di ritenzione idrica dopo il parto. Ciò si verifica soprattutto sulle gambe e le natiche ( cellulite). L’unica soluzione è quella di bere molto e tenere le gambe sollevate il più possibile.

Fonte: http://www.midwivesonline.com/parents/parents1//18

Leggi anche

Seguici