Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Peppa Pig su Facebook manda al diavolo i bambini

La pagina Facebook di Peppa Pig World si riempie di insulti a sfondo sessuale e razzista

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

20 Giugno 2013

Peppa Pig vittima di cyber attacchi.

Non bastavano i dissidenti politici, i manifestanti anticapitalisti, adesso anche il mondo dei bambini viene violato dagli hacker.

E’ successo lunedì, la pagina Facebook dedicata ai fan di un parco a tema di Peppa Pig è stata attaccata da un hacker.

Peppa Pig la maialina preferita dai più piccoli, insieme al fratello George, mamma e papà Pig che dicono parolacce, mandano letteralmente al diavolo la gente, con frasi razziste e a sfondo sessuale.

Vittima di hacker la pagina di Peppa Pig World del parco a tema costruito nell’ Hampshire.

Tra i messaggi “indecenti” quello falso di un uomo tradito che manda all’inferno la sua fidanzata, o altri di chiara allusione razzista. Un messaggio parlava dell’attrice porno Sasha Grey, link e immagini sgradite.

Il portavoce della pagina si è subito scusato, ed ha confermato la violazione da parte di hacker, aggiungendo che il parco stava lavorando per risolvere il problema, ma ha anche detto:

“Purtroppo al momento non siamo riusciti a rimuovere i messaggi o la pagina stessa poichè l’hacker ha preso il controllo completo, inoltre  Facebook conseguentemente ha tolto anche a noi la possibilità di accedere alla pagina fan.”

Alcuni genitori hanno chiesto ingressi al parco gratuiti come indennizzo, ma i più si interrogano sul fatto che pagine come questa in teoria non dovrebbero neanche esistere, essendo l’accesso a Facebook riservato solo a chi ha già compiuto 13 anni, oltre al fatto che bambini in età scolare non dovrebbero passare il loro tempo al computer, piuttosto, dopo la scuola utilizzare il proprio tempo in maniera più consona alla loro età.

 

Leggi anche

Seguici