Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Bimbo con la coda, la mamma chiede aiuto al mondo

Bimbo con una coda di 8 cm. La mamma è disperata.

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

22 Giugno 2013

La mamma di un bimbo con la spina bifida chiede aiuto al mondo.

Le immagini del bimbo con la “coda” stanno facendo il giro del mondo.

Xiao Chen, una donna della provincia di Guangdong, in Cina è disperata. Il figlio, Xiao Wei, sette mesi, è nato con questa malformazione terribile e adesso prega che i dottori possano intervenire per dare al figlio una vita quanto più normale possibile.

Xiao è nato affetto da Mielomeningocele, il tipo più comune di spina bifida, che colpisce 1 su 800 bambini nati.

La spina bifida è una malformazione che si crea intorno alla quarta settimana di vita del feto. Il canale del tubo neurale non si chiude, provocando la fuoriuscita del midollo spinale dalla colonna vertebrale per alcuni centimetri. Ciò provoca difetti di innervazione collegati al midollo, con evidenti tragiche conseguenze.

Generalmente le indagini prenatali riescono a diagnosticare questo tipo di malformazione già prima della nascita ed in alcuni casi, le moderne tecniche mediche, con interventi chirurgici, riescono a risolvere, totalmente o in parte il problema.

Si interviene mediante operazione già a poche ore dalla nascita,  per chiudere il canale meningeo e ricollocare il tessuto nervoso nella sua sede originaria. E ripristinare le funzionalità del midollo.

Dopo l’intervento i bambini sono purtroppo soggetti a incontinenza urinaria e fecale, e spesso si assiste comunque a difetti di innervazione agli arti inferiori: alla maggior parte dei bambini è impedito il movimento se non con ausili ortopedici.

Spesso alla spina bifida si accompagnano anche forme di idrocefalia, ragion per cui questa malformazione è ancora alla base di morte neonatale nei casi più gravi.

E’ stata rilevata una correlazione tra carenza di vitamna B nelle mamme e incidenza di spina bifida nei feti, per cui alle donne in gravidanza è sempre consigliata l’integrazione di acido folico, ricco di vitamina B, già dai primissimi mesi di gravidanza.

Anzi, alle donne che volessero un figlio viene consigliata l’assunzione anche precedentemente  all’inizio della gravidanza.

Xiao Wei, il bimbo cinese, ha già sette mesi, ed in questo caso cui un intervento è rischiosissimo, seppur non impossibile.

Il chirurgo Huang Chuanping ha spiegato: “la cosiddetta coda è molto sviluppata, quasi 10 centimetri, bisognerebbe riparare il canale spinale prima che continui a crescere”.

Leggi anche

Seguici