Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Perchè viene il singhiozzo

Singhiozzo: cause e rimedi per questo fastidioso disturbo

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

03 Luglio 2013

Il singhiozzo è una condizione improvvisa e fastidiosa.

Il singhiozzo si manifesta principalmente quando si bevono bevande molto calde, o si mangia molto o molto infretta, e anche se si è agitati, se si beve troppo alcool o si passa in maniera repentina dal mangiare o bere bevande e cibi caldi e freddi e viceversa.

In realtà il singhiozzo è una contrazione non volontaria del diaframma, il più importante muscolo respiratorio del nostro corpo, che separa il torace dall’addome.

Il diaframma è poi controllato dal nervo frenico, un nervo che origina dai nervi spinali, discende dal collo e si immette nel diaframma.

Se il nervo frenico ha una alterazione o si irrita allora sopravviene il singhiozzo.

Il suono del singhiozzo è causato dalla chiusura della glottide, un piccolo scheletro di cartilagine che serve alla fonazione e che separa l’apparato digerente da quello della respirazione, e che chiudendosi repentinamente a causa della contrazione del diaframma, fa il tipico “fischio saltellato” del singhiozzo.

Nonostante i progressi della medicina, ad oggi “non è stata trovata nessuna cura per rimediare a questo odioso fastidio!”

Le cure si limitano ai cosiddetti rimedi della nonna, come bere sette piccoli sorsi d’acqua, spaventare il paziente affetto da singhiozzo o farlo riflettere su qualcosa, trattenere il respiro, mangiare una zolletta di zucchero.

Nei casi limite si interviene chirurgicamente per devitalizzare i nervi frenici, ma grazie al cielo è un evento molto raro, io personalmente non ho mai sentito nessuno, per fortuna, di sentire qualcuno operato di singhiozzo, per cui in casi meno gravi si sopravvive tranquillamente, semplicemente seguendo qualche consiglio.

Diciamo che dai tempi di Ippocrate a oggi, per fortuna, di singhiozzo non è mai morto nessuno.

Leggi anche

Seguici