Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Italiani: ecco come ci vedono i turisti stranieri

Gli stranieri come ci vedono? Guida alla traduzione della gestualità italiana vista dagli stranieri

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

04 Luglio 2013

Come gli stranieri vedono gli italiani?

Pizza, mandolino, forse questo stereotipo è ormai passato, ma la caratteristica che forse maggiormente gli stranieri trovano tipica di noi popolo del belpaese, oltre ad essere caciaroni, è quella della nostra gestualità.

Sì, perché gli italiani non parlano solo con la bocca, parlano anche con le mani!

Ecco allora un fiorire in rete delle traduzioni dei gesti tipici degli italiani, e di quello che gli stranieri pensano della nostra gestualità.

Gli italiani usano il linguaggio del corpo per farsi capire, perché spesso le parole forse non possono cogliere le sfumature.

Primo fra tutti il gesto per chiedere “Che vuoi?”. Inutile spiegare ad un italiano come si debba mettere la mano per indicare questa domanda!

E poi ancora il gesto per indicare un morto, o ancora quello che si fa per dare il senso della frase “tanto tempo fa”.

Poi ci sono gesti un po’ più moderni, come per esempio quello che indica i gay, o il gesto che i ragazzini fanno per dire “mi fai sbellicare dalle risate” con una mano sotto l’ascella ad indicare il solletico.

E chi di noi non sa come indicare, senza aprir bocca, un matto, o un cattivo odore.

E poi c’è l”Aumm Aumm”, o ancora quante mamme avranno indicato ai figli la minaccia delle mazzate, magari mordendosi la mano prima, come per dire “aspetta che ti prendo!”

E poi ci sono le traduzioni delle parolacce, come per esempio quella con le due mani con pollice e indice tesi, con gli indici in giù, pronto a suggerire “ti faccio un….”.  O il gesto del dito medio, magari questo molto più International!

Se però volete evitare gran brutte figure c’è un gesto, fatto un po’ di tempo fa da un nostro esponente italiano, che varrebbe la pena non ripetere, per evitare di sentirsi appellare come IL SOLITO ITALIANO!

Leggi anche

Seguici