Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Vaccino papilloma virus: è pericoloso, rischi ed effetti collaterali

Papilloma virus il vaccino e i suoi pericoli

Federica Federico

di Federica Federico

08 Luglio 2013

vaccino papilloma virus Il vaccino contro il papilloma virus è pericoloso o almeno lo è per le autorità giapponesi che hanno considerato la gravità dei rischi e gli effetti collaterali come maggiormente influenti rispetto ai benefici.

La scorsa settimana il vaccino contro il papilloma virus umano (HPV) ha attirato l’attenzione dei media per due ragioni contraddittorie: il governo giapponese ha ritirato la sua raccomandazione di adottare l’iniezione immunizzante, mentre le autorità sanitarie degli Stati Uniti hanno attribuito il forte calo del virus tra gli adolescenti proprio all’utilizzo del vaccino.

  • Qual è la verità rispetto al vaccino contro l’HP? I benefici Di questo vaccino superano i suoi rischi?

La decisione del governo giapponese è il risultato di 1.968 casi di possibili effetti collaterali, 43 dei quali sono stati esaminati da una commissione del Ministero della Salute. Tali casi, secondo quanto riportato da hype science, si sarebbero verificati in conseguenza delle inoculazione del siero. E dal 2010 ad oggi ben 3.280.000 di donne giapponesi hanno ricevuto il vaccino contro il papilloma virus umano.

Negli Stati Uniti (e questo è un dato non trascurabile, ndr.) soltanto circa un terzo delle donne giovani ricevere il programma completo del vaccino in tre dosi.

In Brasile, il Ministero della Salute ha annunciato questa settimana che il Servizio Sanitario Nazionale offrirà il vaccino anti HPV a partire da marzo 2014, gratuitamente per le ragazze di 10 e 11 anni (naturalmente mai senza il consenso dei genitori o dei tutori). L’obiettivo è quello di vaccinare l’80% delle giovanissime donne in questa fascia d’età. Si stima che il governo brasiliano, investirà una considerevole cifra di danaro per procurarsi 12 milioni di dosi (e del resto ogni Governo impegnato a fornire detto vaccino ha fatto un consistente investimento economico, ndr.).

  • E’ indiscutibile che sul vaccino esistano opinioni differenti e anche divergenti. La domanda principale è una: fare il vaccino preserva dal papilloma virus?

Le ditte farmaceutiche e alcune ricerche statistiche dicono che, grazie al vaccino, è dimostrabile una riduzione del tasso di infezione del virus pari al 90%. E a quanto pare la copertura vaccinale riesce ad essere mantenuta per almeno cinque anni.

vaccino papilloma virusAffinché il  vaccino possa essere efficace è indispensabile che il siero venga inoculato a pazienti che non sono stati mai esposti al virus.

Ecco perché il vaccino viene somministrato alle ragazze tra gli 11 e i 13 anni di età presupponendo che ancora non abbiano consumato rapporti completi. Va considerato che negli Stati Uniti l’età si innalza sino a 14 anni.

  • Il vaccino può indurre altri tipi di infezione? E previene il cancro della cervice?

E’ corretto dire chiaramente che ancora non si può rispondere con certezza a queste domande, non è possibile stilare statistiche certe circa gli effetti del siero immunizzante perché i vaccini contro il papilloma virus umano sono troppo recenti.

Il loro utilizzo risale appena al 2007, anno in cui il vaccino è stato distribuito in Australia , ma il virus richiede tra i 10 ed i 20 anni dall’infezione iniziale per avviare lo sviluppo di un cancro.

E’ per questo che l’effetto diretto della vaccinazione sui tassi di cancro della cervice è difficile da valutare in questo momento.

La scienza medica identifica, però,  un effetto del vaccino rispetto alle cosiddette lesioni precancerose.

 papilloma virusLe lesioni precancerose sono considerate degli indicatori del di cancro della cervice e le lesioni di grado 2 e 3 sono valutate come buoni marcatori del cancro cervicale perché è probabile che rappresentino i prodromi della malattia.

Il vaccino riduce sensibilmente le lesioni pre-cancerose, ciò, in teoria, lascerebbe pensare ad una probabile riduzione nel cancro della cervice osservabile nel corso del prossimo decennio.

E’ bene sapere che l’infezione capace di originare il virus del papilloma umano è stata anche associata all’insorgenza di altri tumori.

  • Ciò posto, è lecito domandarsi se rispetto al virus il vaccino è sicuro?

Come qualsiasi altra procedura medica, questo vaccino può avere effetti collaterali.vaccino papilloma

Gli effetti collaterali sono comunemente legati alle reazioni all’inoculazione del siero (arrossamento, gonfiore e dolore al sito di iniezione). Sono state riportate anche alcune altre reazioni minori, che scompaiono senza conseguenze (mal di testa e nausea).

L’articolo pubblicato da hype science  si conclude asserendo che, al momento, la conclusione medico scientifica  è che i benefici del vaccino sarebbero superiori ai suoi rischi, ma è ovvio ed innegabile che il processo di immunizzazione è tutto da seguire.

Fonte: hypescience.com

Leggi anche

Seguici