Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Santa Lucia porta i doni ai bambini e porta la luce: Festa della Luce

Redazione VitaDaMamma

di Redazione VitaDaMamma

13 Dicembre 2010

Santa Lucia la santa dei doni, ma anche la Santa della luce.


La tradizione è cultura! Così, indipendentemente dai regali che molti piccoli italiani riceveranno nella notte tra il 24 ed il 25 Dicembre, dono del canuto ed anziano Babbo Natale, è comunque bene introdurre i bambini alla conoscenza delle leggende e dei miti tradizionali, anche non propriamente nostri o “familiari”.

La novella di Santa Lucia, dei doni e del suo asinello fa sognare i bimbi, è adatta ai più piccini e la suggestione che porta con sé aumenta il fascino del Natale.
Ma la storia della giovane Pia e buona può introdurre i ragazzini più grandicelli alla scoperta dei segreti dell’astronomia.

<<Santa Lucia il giorno più corto che ci sia>>, la festa della Santa richiama questo vecchio detto che è nella memoria di tutti.
Invero la Santa della Luce giungeva a festeggiare la sua ricorrenza nel giorno più corto dell’anno, questo accadeva quando – quasi cinque secoli fa – il solstizio d’inverno cadeva proprio il 13 di dicembre.
Il rapporto tra la luce e la Santa ha forse condizionato la immutata sopravvivenza del detto, che si ripete ancora oggi sebbene il solstizio di inverno – effettiva data in cui astronomicamente cadrebbe il giorno più corto dell’anno – ricorre il 21 di dicembre.

L’antico calendario e la ricorrenza del solstizio nel giorno del 13 di dicembre rappresenta l’origine della Festa della Luce, una tradizione dei paesi nordici.
Il solstizio porta con sé la notte più lunga dell’anno, tra il 12 ed il 13 di dicembre i festeggiamenti della Yuletide, la Festa della Luce, pretendono l’attesa dell’alba, ovvero la venuta di Santa Lucia, portatrice della lux, luce che vince le tenebre e rinnova il chiarore divino capace d’illuminare tutto.

Le fanciulle che vivono la Yuletide vestono di bianco, in vita portano una cinta rossa ed indossano cappelli adornati di stelle e candele, simboli di luce che rischiara le tenebre.


È tradizione nei paesi scandinavi, ma anche in certe località della Germania, della Svezia, dell’Islanda e della Scozia che la più giovane figlia della famiglia svegli i genitori portando loro la colazione vestita con il bianco costume e con il copricapo di candele in rappresentazione della Santa.

Leggi anche

Seguici