Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

American Graffiti: ecco come sono diventati i protagonisti 40 anni dopo

Ecco come sono diventati i protagonisti del film cult uscito nel 1973

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

03 Agosto 2013

American GraffitiAmerican Graffiti, commedia americana scritta e diretta dall’allora esordiente George Lucas e prodotta da Francis Ford Coppola, ha in questi giorni compiuto 40 anni, in quanto uscito nelle sale cinematografiche USA il 1° agosto del 1973.

Secondo vero film di Lucas, il primo fu “L’uomo che fuggì dal futuro – THX1138” del 1971, la pellicola, divenuta poi un cult della cinematografia mondiale, rappresenta una delle prime pellicole nostalgiche, che narra l’ultima notte vissuta da 4 ragazzi, 4 amici che presto verranno separati da diverse scelte di vita.

Ambientato nella città di Modesto, in California, la stessa nella quale è cresciuto Lucas, uno dei tanto motivi per il quale viene definito quasi autobiografico, il film si svolge in una notte d’estate del 1962, la notte in cui Steve e Curt, due dei quattro protagonisti (gli altri sono John Milner, e Terry Toad “Il rospo” Fields) prendono coscienza del loro imminente passaggio dall’età dell’adolescenza a quella adulta.

Nel 1974, anno successivo all’uscita, il film ricevette ben 5 nomination all’Oscar, tra cui miglior film e miglior regia, e 4 candidature al Golden Globe.

American Graffiti

Nonostante sia divenuto poi un culto, la pellicola ebbe solo due riconoscimenti: il Golden Globe per “Miglior film commedia o musicale” e “Miglior attore debuttante” andato a Paul Le Mat.

Ma, dopo 40 anni di immortalità cinematografica, come sono diventati i protagonisti?

Curt Henderson: ruolo che fu interpretato da Richard Dreyfuss, attore statunitense classe 1947.

American Graffiti    American Graffiti

Dreyfuss continuò la sua carriera di attore partecipando ad altre pellicole che hanno segnato la storia del cinema: “Lo squalo” di Steven Spielberg del 1975, “Stand by me – Ricordo di un’estate” di Rob Reiner film nostalgico del 1986, fino al suo ultimo lavoro “Il potere dei soldi” di Robert Luketic di quest’anno.

Steve Bolander: ruolo interpretato da Ron Howard, regista, attore, sceneggiatore e produttore cinematografico statunitense, classe 1954.

 American Graffiti    American Graffiti 

Howard, che deve il suo successo come attore al capolavoro di Lucas e alla fortunata serie televisiva “Happy Days”, nella quale interpretava il ruolo di Richie Cunningham, ha preferito poi dedicarsi alla regia. Mai scelta fu più giusta!

Tra i suoi lavori in regia: “Cocoon” del 1985, “Apollo 13” del 1995, “A Beautiful mind” del 2001, “Il codice da Vinci” del 2006 e l’ultimo, datato 2013, “Rush”.

John Miller: ruolo interpretato da Paul Le Mat, attore statunitense classe 1945.

 American Graffiti   American Graffiti

Le Mat ha proseguito la sua carriera di attore. La sua ultima interpretazione è stata “Chrome Angels” di Leigh Scott nel 2009.

Terry “Il rospo” Fields: ruolo interpretato da Charles Martin Smith, attore, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico statunitense classe 1953.

American Graffiti    American Graffiti

Smith ha in seguito altalenato entrambe le sue carriere, quella di attore e quella di regista. È stato uno dei protagonisti della celebre pellicola “Gli intoccabili – The Untouchables” del 1987 e ha diretto serie televisive tra cui “Roswell” nel 1994 e, nel ’97, il primo episodio di “Buffy l’ammazzavampiri”.

Laurie Henderson: ruolo interpretato da Cindy Williams, attrice statunitense classe 1947.

 American Graffiti   American Graffiti  

La Williams ha proseguito la sua carriera di attrice divenendo famosa grazie al ruolo di Shirley Feeney nella sit-com “Laverne & Shirley”, conclusasi nel 1983.

George Lucas regista, classe 1944

 American Graffiti    American Graffiti

Lucas, un nome che non necessiterebbe di alcuna presentazione, è oggi un acclamato regista, sceneggiatore, produttore cinematografico e montatore statunitense.

Tra le sue pellicole, pietre miliari della storia del cinema, vi sono la saga di “Star Wars – Guerre Stellari” e i film di “Indiana Jones”, di cui ha realizzato il soggetto affidando la regia a Steven Spielberg.

Leggi anche

Seguici