Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Ferragosto Sicuro con Bambini, Consigli Utili

Il decalogo degli esperti per trascorrere un Ferragosto più sicuro

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

14 Agosto 2013

FERRAGOSTO

“Dal mestiere di genitori non si va mai in vacanza”…

È quanto dichiarato dagli esperti dell’Ospedale Pediatrico “Bambino Gesù” di Roma, medici che in questi giorni, attraverso l’agenzia stampa “Adnkronos Salute”, hanno reso note alcune direttive per trascorrere un Ferragosto in totale sicurezza, soprattutto per i bambini.

Mare o montagna, campagna o città, qualunque sia la meta prescelta per una gita fuori porta, il compito di noi genitori, pur usufruendo dell’aiuto dei nonni o di altri parenti, non può essere interrotto: sempre pronti a vigilare sulla salute dei nostri piccoli affinché tutta la famiglia possa godersi un giorno di relax.

ferragosto 2013 bambini

Per quanto concerne le gite al mare, Vincenzo Guzzanti, responsabile del reparto di Traumatologia del Bambino Gesù, spiega che gli incidenti più comuni in tal caso sono collegati a distorsioni e specifiche lesioni alle ginocchia:

“In questo periodo si raccoglie spesso un gran numero di persone in un fazzoletto di sabbia. Poi entriamo in acqua con gli amici per giocare e, distrattamente, mettiamo il piede in fallo. Nessun terrorismo psicologico, per carità, ma abbiamo osservato nei giovani casi di lesioni dei legamenti del ginocchio in conseguenza di un movimento di rotazione del piede finito in una buca del fondale marino irregolare”.

ferragosto 2013 bambiniPer quanto riguarda invece i bambini piccoli e le persone che presentano patologie cardiache, seppur in forma lieve, ecco i consigli di Giacomo Pongiglione, responsabile del Dipartimento medico chirurgico di Cardiologia pediatrica:

Per i primi (si riferisce ai bambini più piccoli –ndr) il consiglio è di tenersi alla larga dai raggi solari intensi, mentre per gli altri (coloro che soffrono di patologie cardiache – ndr) attenzione alla troppa competizione quando si gareggia tra amici. È infatti accaduto di aver avuto a che fare con casi di ragazzi che soffrivano di cardiopatia in forma lieve, ma che a furia di giocare a pallone in spiaggia sono comunque svenuti”.

Gli esperti raccomandano inoltre di affrontare il caldo e le elevate temperature con un’adeguata alimentazione, prediligendo alimenti freschi e leggeri, senza dimenticare di bere, escludendo però bibite zuccherate ghiacciate. Giuliano Torre, responsabile di Epatologia, Gastroenterologia e Nutrizione, spiega:

ferragosto 2013 bambini“Catena del freddo e lotta alla disidratazione sono due concetti cardine. Ricordatevi, in qualsiasi posto vogliate trascorrere il giorno di Ferragosto, portatevi sempre una borsa termica per mantenere cibo e bevande. Poi, raccomando di bere molto”.

Per coloro che invece preferiscono la campagna e la montagna, prediligendo il più classico dei pranzi all’aperto, magari organizzato rispettando la natura e rendendolo il più ecologico possibile (per ulteriori informazioni su come organizzare un pic-nic ecologico cliccare qui), l’attenzione deve essere prestata agli insetti e ad eventuali punture.

La responsabile di Dermatologia, May El Hachem, raccomanda, in caso di gite in campagna, di prestare maggiore attenzione ai luoghi che i bambini scelgono per giocare, soprattutto se nelle vicinanze vi sono casali abbandonati e fatiscenti, possibile covo di pulci e zecche.

ferragosto 2013 bambini“Giocare in campagna all’aria aperta fa bene esattamente come in altri posti, ma bisogna mettersi al riparo dalle punture dubbie – afferma El HachemSe si ritorna con una puntura di cui non se ne conosce la provenienza, allora bisogna andare dal pediatra del Pronto soccorso più vicino”.

Mai sottovalutare anche l’eccessiva sudorazione che, combinata con la polvere presente in campagna, può divenire fastidiosa e irritante, soprattutto per la pelle delicata dei più piccoli. In tal caso non bisogna favorire l’eccesso di sudore coprendoli in modo eccessivo: utilizzare un abbigliamento consono, prediligendo tessuti quali lino e cotone, che permetta alla pelle di traspirare.

Per chi resta in città, decidendo di “rintanarsi” in casa nel tentativo di combattere il caldo utilizzando i condizionatori, è opportuno tener presente che l’uso eccessivo o sconsiderato di questi ultimi può provocare rinofaringiti e faringiti.

Risulta quindi utile rispettare piccole regole per il loro utilizzo in modo da beneficiare del fresco senza recare danni alla nostra salute. Per ulteriori informazioni al riguardo cliccare su “Come si Usa l’Aria Condizionata: Ecco le Regole per Non Ammalarsi”.

ferragosto 2013 bambini

 

Leggi anche

Seguici