Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Costringe la Moglie a Prostituirsi Usa Come Arma i Figli

Donna costretta a prostituirsi con la minaccia di perdere i propri figli

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

28 Agosto 2013

violenza sulle donne“Se non lo fai ti porto via i figli”

Con questo ricatto un uomo, un 54enne residente a Celle di Bulgheria (SA), ha costretto la propria compagna a prostituirsi, obbligandola a vendere il proprio corpo per 3 anni.

Un lungo calvario al quale la 35enne ha deciso di porre fine lo scorso mese di giugno quando, finalmente, ha raccolto tutto il suo coraggio e si è presentata presso la caserma dei carabinieri raccontando e denunciando le angherie subite.

L’uomo, minacciandola con una pistola e ricattandola psicologicamente di farle perdere i propri figli, la costringeva a concedersi sessualmente tra le mura domestiche, percependo 100 euro per ogni appuntamento.

I “clienti”, tutti amici e conoscenti dell’aguzzino residenti nel salernitano, concordavano gli appuntamenti durante il giorno che avevano luogo poi a notte fonda.

violenza sulle donneGrazie alle indagini svolte dai carabinieri della Compagnia di Sapri (SA), e alle prove da questi raccolte, l’uomo si trova ora in stato di arresto, su ordinanza del GIP del Tribunale di Vallo della Lucania, con l’accusa di violenza sessuale continuata e sfruttamento della prostituzione, maltrattamenti in famiglia, minacce e lesioni personali.

il 54enne, al momento del prelevamento da parte dell’Arma, è stato inoltre trovato in possesso di armi da fuoco non registrate regolarmente e di munizioni non denunciate.

La donna è stata invece portata al sicuro assieme ai suoi figli.

Leggi anche

Seguici