Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Picchiano Selvaggiamente il Figlio di 3 Mesi: è Grave

Genitori accusati di tentato omicidio per aver picchiato il figlio di 3 appena mesi

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

04 Settembre 2013

Palermo. Un bimbo di tre mesi è stato ricoverato presso l’ospedale Di Cristina in gravissime condizioni. I medici hanno rilevato sul piccolo danni neurologici, lesioni e fratture multiple.

I genitori hanno giustificato le condizioni del figlio neonato sostenendo che fosse caduto nel tentativo di gattonare. Ovviamente i sanitari non hanno creduto neanche per un istante alla loro versione ed hanno accertato una “sindrome da maltrattamento”.

Il bimbo è nel reparto di rianimazione dallo scorso 16 agosto, le condizioni sembrano essersi stabilizzate, ma il piccolo rischia di perdere la vista e l’udito. Il pm Carlo Lenzi ha aperto un inchiesta per maltrattamenti e tolto immediatamente la patria potestà ai genitori.

Il piccolo era arrivato in ospedale in condizioni inverosimili, una scena da film dell’orrore, la versione dei genitori non è mai stata presa in considerazione, al punto che sui due è stato disposto un prelievo di sangue per appurare che non assumessero droga o alcol.

Il risultato è negativo, ma il bimbo è stato affidato al direttore sanitario dell’ospedale Giorgio Trizzino, al quale è stato imposto l’obbligo di non avere contatti con i genitori.

Adesso il bimbo è in lista per una adozione.

Marito e moglie rischiano una condanna per tentato omicidio, i due sono disoccupati, la donna ha ammesso: «Sono depressa e spesso è mio marito ad occuparsi di nostro figlio, ma anche lui soffre di depressione e forse per farlo stare zitto lo ha picchiato».

Dagli esami radiografici risulta che i maltrattamenti si sono ripetuti nel corso di tutta la breve vita del piccolo, come si nota dalle fratture ricomposte spontaneamente, precedenti al ricovero.

Il pm ha affidato una perizia ad un tecnico per escludere eventuali malattie genetiche che possano avere causato fratture spontaneamente, dopo di che ascolterà i genitori e deciderà sulle azioni da intraprendere.

Leggi anche

Seguici