Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

10 Frasi da Non Dire ad una Donna Incinta

Donne incinte volubili per natura. Ecco 10 frasi, ormoni a parte, da evitare davanti ad una gestante

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

10 Settembre 2013

La gravidanza è un momento nella vita delle donne molto particolare. Ormoni a parte, che contribuiscono a confondere l’umore femminile, la donna è avvolta da un turbinio di emozioni, pensieri, commozioni e trepidazioni che anche una parola di conforto può esserle d’aiuto, così come una parola sbagliata potrebbe farla “suggestionare”.

Dopotutto, come disse la mia ginecologa tanto tempo fa, non si tratta di uno stato patologico, ma di uno “stato interesssante”.

Che siate amiche di una donna incinta, o che la conosciate a malapena, evitate dunque frasi e argomenti, che spesso non hanno natura sconveniente, ma potrebbero essere interpretate e vissute negativamente.

  • Vuoi un maschietto o una femminuccia?

Sebbene sia una domanda innocente, e nell’intimo della donna c’è sempre una preferenza, è meglio evitare questa domanda, almeno così direttamente. Questa è una domanda che di solito non considera né l’aspetto emotivo della gestante, e maggiormente banalizza l’approccio della mamma alla risposta. Puntate su una più neutra “chissà se sarà maschio o femmina

  • Lo avevate programmato?

A meno che non siate le sue migliori amiche, e allora lo sapete già, evitate una domanda così diretta, intima, e sconveniente.

La decisione di una gravidanza, qualunque essa sia, è sempre molto intima e personale della coppia, difficilmente una donna vi potrà dare una risposta, anzi, c’è il rischio che non ve ne dia più, qualsiasi cosa le chiediate dopo.

  • Posso toccare la pancia?

Quando una donna chiede ad un’altra incinta di toccare la pancia lo fa con affetto, quasi a volere toccare il bimbo dentro. Purtroppo però, spesso non ci si rende conto che tra la sua mano e il bimbo c’è un’altra donna, che magari non vuole essere accarezzata, che per timidezza o fastidio farebbe a meno di questa domanda.

  • Hai paura del parto?

Soprattutto nelle ultime settimane di gravidanza questa domanda potrebbe fare scatenare nella donna in attesa paure e angosce.

Non credo che esista donna al mondo contenta di dovere soffrire i dolori del parto, e se la donna è poi particolarmente emotiva una domande del genere potrebbe aumentare ansie e timori.

  • Una volta che si partorisce i dolori si dimenticano.

Mai pronunciare una frase simile, che possono far intendere di cattive esperienze ad una donna che ancora quella stessa esperienza deve farla. Piuttosto fate notare alla futura mamma che i dolori vengono superati da tutte le mamme, più convincente e meno preoccupante.

  • Dormi ora che poi non lo potrai più fare.

Quasi come un anatema questa frase si scaglia sulla testa delle donne incinta quasi sempre.

Sebbene sia spesso vero, ma naturalmente, la maternità è una esperienza del tutto personale, che va vissuta come tale, e non per esperienza altrui. Evitate dunque frasi “classiche” o peggio ancora catastrofiste.

  •  Riposati e non fare sforzi.

Anche questa è una di quelle frasi che almeno una volta (da tutti) una donna incinta si è sentita dire. Se le siete amiche, evitatela. Una donna, come dicevamo prima è in stato interessante, non patologico.

Le limitazioni sono quasi fisiologiche, a meno che non si sia matte, vengono da sé,e ogni tanto questo solo basta a far sentire le donne incinta un tantino frustrate.

Se proprio le volete dire di non fare sforzi ditele “di farsi viziare e coccolare dal suo partner

  • Come farai al lavoro?

Questa domanda pone spesso alle donne un dubbio, al quale o non si ha ancora pensato, o peggio potrebbe creare ansia, in un momento nel quale pensare al lavoro non dovrebbe essere preminente.

  • Sei enorme

Mai dire ad una donna una frase del genere.

Chi è in forma ed orgogliosa della sua pancia potrebbe non subire alcun danno, ma le altre (la maggioranza oserei dire), che già si sentono impacciate, che stanno ore ad ungersi per il terrore di smagliature e cellulite post partum, potrebbero sprofondare in depressione a sentirsi fare questo appunto.

E se proprio si deve commentare le rotondità, puntate tutto sul pancione!

  • Vedrai che tornerai subito in forma

Anche questa è una frase sconveniente. Intanto presuppone che si stia notando un esagerato aumento di peso nella donna, già turbata come detto sopra dalla propria “goffaggine”, poi si innesca nella donna la convinzione che una volta partorito si rientri nei propri jeans in un battito d’ali. Magari per qualcuna sarà anche così, ma le “diversamente modelle” metteranno alcuni mesi per farlo, evitiamo inutili aspettative o peggio ancora angosce.

Leggi anche

Seguici