Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

5 Cani Straordinari Eroi a 4 Zampe

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

10 Settembre 2013

Da ben 52 edizioni a San Rocco di Camogli (GE) si tiene il “Premio Internazionale fedeltà del cane”.

Ogni anno, dal 1962 la manifestazione premia gli amici a quattro zampe che si sono distinti per le loro imprese eroiche, e si tiene proprio nella cittadina che ha eretto il Monumento al cane, fedele amico dell’uomo (come recita la targa sotto la statua).

Quest’anno, il 16 agosto, sono state premiate due eroine di nome Kelly.

1. La prima Kelly, “vecchietta” di 14 anni residente a Genova, la notte di pasquetta si è inspiegabilmente fermata nel bel mezzo di una strada del capoluogo ligure, bloccando una coda di auto che si era fermata, nel tentativo di spostarla dal punto in cui era. Dopo pochi minuti dal suo gesto una voragine si apre proprio in quella strada, che avrebbe potuto provocare una strage.

2. La seconda Kelly, anche lei genovese, ha invece salvato la padrona da un incidente domestico: la donna aveva dimenticato una pentola sul fornello acceso.

3. Un altro atto eroico è stato invece compiuto da Leon, un incrocio tra pitbull e rottweiler che con l’insistenza del suo abbaiare ha fatto si che la padrona lo seguisse nella casa di una vicina, che era caduta e si era sentita male durante la notte, consentendo alla padrona di salvarle la vita.

4. Anche Pongo si è meritato il premio a San Rocco: il meticcio di tre anni ha salvato il suo padrone, che era caduto in un torrente da un dirupo, e avvertendo il pericolo ha chiamato gli amici dell’uomo, guidandoli fino al punto in cui era, salvandolo da fine certa.

5. Tra gli eroi di Camogli anche chi salva le vite per mestiere: Wally, un bloodhound da soccorso di 5 anni, ha ritrovato un bimbo di due anni in un bosco in provincia di Savona, dove la famiglia lo aveva perso e lo cercava da 10 ore.

La cerimonia di San Rocco ha premiato in totale 13 animali, distintisi in storie simili, e si è conclusa con musica e danze, e con  la “preghiera del cane” e la loro benedizione elargita dal parroco.

Leggi anche

Seguici