Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Il singhiozzo sta Rovinando la Vita di Quest’Uomo, ecco perchè

Dal luglio dello scorso anno Daniel è costretto a conviverer con un fastidioso singhiozzo che non gli lascia scampo

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

12 Settembre 2013

L’incredibile storia di Daniel Clavin, 37 anni di Roscommon, cittadina a 150 km da Dublino, è stata raccontata raccontata qualche giorno fa da tutte le testate giornalistiche britanniche.

L’uomo è divenuto famoso suo malgrado, quando 14 mesi fa, ha cominciato a singhiozzare, senza che da quel momento riuscisse a fermare il singhiozzo.

Daniel si sveglia ogni mattina dal luglio dello scorso anno con il singhiozzo, senza che niente possa farlo smettere.

Ogni sette secondi un singhiozzo, si stima che ne abbia fatti oltre 5 milioni.

E’ un problema così grave che spesso non riesce neanche a dormire, e a non far dormire sua moglie Susan.

Daniel ha visitato moltissimi esperti, effettuato due endoscopie, cambiato dieta, assunto persino dei tranquillanti, ma senza successo.

L’uomo lavora per la British Telecom, ed adesso spera che una risonanza magnetica possa aiutarlo.

Non ho idea di come sia iniziato, avevo bevuto qualche bicchiere di troppo all’addio al celibato con degli amici, avrò mischiato alcol e birra, ma niente che potesse far pensare ad una simile conseguenza. Ci sono giorni peggiori, a volte mi affogo persino col cibo, o addirittura non respiro per 30 secondi a causa della chiusura del diaframma. Certe notti il singhiozzo è così forte da scuotere tutto il letto, e così vado a dormire in un’altra stanza, per far riposare Susan”.

Daniel Clavin con la moglie Susan e i suoi figli

Daniel ha imparato in questi 14 mesi a controllare il suo singhiozzo, la gente quando lo incontra inizialmente lo trova divertente, ma dopo un po’ comincia a soffrire l’ascolto di Daniel, singhiozzante.

Grazie alla sua ferrea volontà Daniel riesce a lavorare, visti i pochi contatti con il pubblico, e a stare insieme ai suoi due bimbi di 3 anni e 10 mesi.

“Ho provato tutti i vecchi rimedi come mangiare zucchero e aceto o altro, ma niente ha funzionato. Un po’ di sollievo me lo ha dato un chiropratico, ma il singhiozzo resiste ancora” continua Daniel nel suo racconto.

La comunità scientifica è inerme davanti al caso di Daniel, uno simile è stato quello di Chris Sand, che dopo avere singhiozzato per 3 anni, ha scoperto di avere un tumore al cervello. Ovviamente questo è lo scenario peggiore, ma Daniel è intenzionato a scoprire l’origine del suo fastidio.

“Anche così siamo disperati, il singhiozzo sta rovinando la nostra vita” conclude Daniel.

 

Leggi anche

Seguici