Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Paracetamolo e farmaci per bambini: usare con moderazione

Angelica

di Mamma Angelica

27 Dicembre 2010

Molte mamme, quando i loro piccoli stanno male fanno ricorso al paracetamolo, che è il principio attivo di molti farmaci.

Ci è sempre stato detto che è un farmaco sicuro, che si può usare in gravidanza e somministrare senza problemi anche ai bambini molto piccoli, non solo per febbre elevata, ma anche per fastidi e dolori come ad esempio quelli legati alla dentizione. Ma è veramente così?

Già nel 2008 il Lancet aveva consigliato di moderare il consumo di paracetamolo nei primi anni di vita perché da uno studio effettuato su 200.000 bambini di 31 paesi diversi era emerso che questa sostanza aumentava il rischio di asma, rinocongiuntiviti e di eczema.

Ma non è tutto. Secondo una ricerca neozelandese pubblicata su Clinical and Experimental Allergy , condotta su 1.500 bambini nell’ Otago University di Wellington (Nz),usare in tenera età farmaci a base di paracetamolo triplica le possibilità di contrarre allergie e raddoppia quelle di sviluppare i sintomi dell’asma entro il sesto anno di vita.

L’equipe,coordinata da Julian Crane ha esaminato circa 1.500 bambini per diversi anni facendo dei controlli a 3 mesi, a 15 mesi e a 6 anni. In queste occasioni alle mamme dei piccoli venivano sottoposti dei questionari in cui veniva chiesto loro se somministravano il paracetamolo ai figli e se questi avevano sviluppato sintomi di allergia, asma ed eruzioni cutanee. Una volta che i bambini hanno compiuto sei anni sono stati sottoposti a test cutanei in modo da evidenziare se ci fosse sensibilità ai principali allergeni (peli di animale,latte vaccino,pollini). E’ stato inoltre eseguito un prelievo ematico in modo da analizzare la presenza di anticorpi IgE.

E’ emerso che i bambini che hanno assunto il paracetamolo prima dei 15 mesi di vita avevano il triplo di possibilità di sviluppare allergie e il doppio delle possibilità di essere soggetti ad asma e respiro sibilante.

Anche se apparirebbe evidente una correlazione fra infezioni polmonari e uso di paracetamolo sarà necessario eseguire ancora delle ricerche per far luce sulla questione perché,come sostiene la Crane  “Il problema è che questo principio attivo è presente in molti farmaci per la cura del raffreddore e della tosse, e viene somministrato molto liberamente ai bambini piccoli”.

Che dire? … Nell’attesa che gli scienziati siano in grado di darci risposte più certe, facciamo tutte molta attenzione e soprattutto non somministriamo dei farmaci ai nostri cuccioli a meno che non ce ne sia veramente bisogno!

Fonte: http://www.repubblica.it/salute/ricerca/2010/12/09/news/asma_e_allergie_paracetamolo_sotto_accusa-10003167/

Leggi anche

Seguici