Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

I Quattro Fratelli del Rugby, la Mamma ne Difende Uno: Ecco Perché

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

04 Ottobre 2013

E se I vostri figli fossero selezionati per giocare ai mondiali di calcio, come vi sentireste?

E’ quello che ha provato Julie Burgess, quando ha visto il coach della nazionale inglese di Rugby McNamara convocare i suoi tre figli Tom, George e Sam Burgess per i futuri campionati mondiali che si svolgeranno il mese prossimo in Inghilterra.

Ma, amore di mamma, sebbene molto felice, Julie non può esprimere la sua gioia a causa della esclusione dal team del suo quarto figlio, ench’egli rugbysta ma estromesso dalla rosa della nazionale: il “grande” di famiglia,  anche di proporzioni, Luke Burgess.

I quattro fratelli erano stati ingaggiati, uno di seguito all’altro in una squadra australiana, la South Sydney Rabbithos, società di proprietà anche dell’attore Russell Crow. Il primo a partire era stato proprio Luke, il maggiore, poi via via si sono “aggiunti al gruppo” Sam e i gemelli Tom e George, in totale mezza tonnellata di famiglia.

Ma l’allenatore della nazionale inglese, sicuramente a ben vedere, ha escluso Luke dalla convocazione: “Luke sarà rimasto deluso, ma sono certo che sarà contento della convocazione dei suoi tre fratelli. Certo, sarebbe stata una bella favola se fossero stati convocati tutti e quattro. Ma non è mio compito scrivere favole” ha dichiarato.

La più scontenta è mamma Julie, che non si dà pace per questa esclusione, e nonostante debba ritenersi soddisfatta delle “mete” (nel vero senso della parola!) raggiunte dai suoi figli gioisce con un velo di dispiacere alla decisione del coach.

Leggi anche

Seguici