Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Metodo Stamina: lo Stato Nega le cure Senza Visita ai Pazienti

Perché la commissione ha bocciato il metodo senza visitare i pazienti che fino ad ora ne hanno usufruito?”

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

06 Ottobre 2013

SOFIA STAMINA

In Italia si continua a discutere sul metodo Stamina, metodo che fonda sull’uso curativo delle cellule staminali. metodo stamina

Il sistema di cura di cui si discute è noto come “Metodo Vannoni” perchè è stato creato da Davide Vannoni che, come è giusto ricordare, ha conseguito una laurea in lettere e filosofia.

Tale metodo è stato recentemente bocciato dal Comitato scientifico nominato dal Ministero della salute con la conclusione che:

“…la metodica è sfornita di dati scientifici oggettivi e misurabili, su cui si fonda la Medicina anche in materia di cellule staminali”.

metodo stamina  Che il metodo Stamina non abbia seguito il giusto iter di sperimentazione è un dato di fatto, così come non sussistono valutazioni scientifiche oggettive sulla sua efficacia.

Eppure (come si evince anche dal servizio realizzato da Giulio Golia per la trasmissione “Le Iene” e andato in onda lo scorso martedì 1 ottobre) un importante interrogativo rimane insoluto:

“Perché la commissione ha bocciato il metodo senza visitare i pazienti che fino ad ora ne hanno usufruito?”

Ma procediamo con ordine.

Golia si è recato a Roma per intervistare Sandro e Marco Biviano, i fratelli siciliani, colpiti da distrofia muscolare, che dal 23 luglio presidiano piazza Montecitorio per rivendicare il diritto ad una vita dignitosa”.

Per saperne di più: Cure staminali per tutti, non censurate la protesta.

metodo stamina bocciato

Alla specifica domanda sul perché chiedono di essere curati con un metodo che non assicura loro una guarigione, con una cura che molti luminari definiscono incerta e non sicura, entrambi hanno risposto:

“Quando una sorella ti dice <Io sto morendo, non ho altra speranza, è l’ultima carta da giocare>… perché, perchè non posso provare, non ho niente da perdere…. più di una bara”.

“Dobbiamo essere noi a decidere come curarci, quando curarci e con quale metodo perché siamo noi che stiamo male e stiamo morendo… Noi vogliamo provare, alternative non ne abbiamo”.

“Ma se non funzionasse?” domanda Giulio Golia…. La risposta è più che esaustiva:

“Più male della morte cosa può fare?”

metodo stamina bocciato  Golia, nel prosieguo del servizio, specifica che al momento non è possibile sapere se questo metodo funzioni o meno, così come non esiste alcuna evidenza scientifica della sua efficacia. Eppure l’interrogativo resta:

Perché i pazienti che hanno effettuato le infusioni non sono stati visitati dal Comitato scientifico nominato dal Ministero?

Anche Caterina Ceccuti, mamma della piccola Sofia di Firenze, la bambina malata di leucodistrofia metacromatica che, dopo 4 infusioni di staminali mostra segni di miglioramento, ha posto tale quesito, lanciando persino un appello al ministro della salute:

“Venga a raccogliere di persona i dati necessari per prendere una decisione seria”.

Golia ha così chiesto un’intervista a Beatrice Lorenzin, attuale Ministro della salute, che, per il momento, afferma di non voler rilasciare dichiarazioni in merito.

Chi invece ha mostrato disponibilità nel fornire chiarimenti è stata l’onorevole Ileana Argentin, esponente dello schieramento anti-stamina, colpita dalla SMA2.

metodo stamina bocciato  L’onorevole si è dichiarata contraria alle cure a base di cellule staminali in quanto “il metodo non sembra dare delle risposte, dimostrato in centinaia di modi, attraverso la ricerca…”.

Per quanto riguarda l’interrogativo più volte mosso durante il servizio, ossia perché non sono stati visitati i pazienti che hanno effettuato le infusioni, Argentin ha specificato che la procedura, in questi casi, prevede dapprima un’accurata analisi dei dati scientifici e, solo in un secondo momento, l’analisi dei casi specifici……. “suppongo”.

Con quest’ultimo e altri dubbi, riferiti anche al finanziamento di 2 milioni di euro stanziati per la sperimentazione che però non è mai partita, l’onorevole si è mostrata disponibile ad un ulteriore chiarimento con i colleghi in sede di Commissione Sanità.

Una promessa mantenuta come testimonia la pubblicazione sulla pagina facebook del Movimento vite sospese di una parte dell’interrogazione parlamentare mossa dalla stessa Argentin.

metodo stamina bocciato

Per vedere il servizio completo di Giulio Golia cliccare qui.

stamina metodo cura

Leggi anche

Seguici