Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Madeleine McCann: il volto di un sospettato in un identikit

Il volto di un criminale sta per essere mostrato al mondo?

Federica Federico

di Federica Federico

09 Ottobre 2013

Madeleine McCann: il volto di un sospettato in un identikitMadeleine McCann è una bambina scomparsa, sparì nel maggio del 2007 durante un viaggio della famiglia in Portogallo;  allora aveva solo tre anni.

Oggi il suo aspetto, se fosse viva, sarebbe diverso dall’immagine di quella bambina piccolissima che oramai il mondo conosce e ricorda con affetto e tenerezza.

Questa è l’immagine della piccola al momento della scomparsa:

Madeleine McCann: il volto di un sospettato in un identikit

Questa, invece, è un’immagine di come Madeleine potrebbe apparire oggi (la foto è il risultato di una elaborazione dell’immagine della piccola operata da poliziotti specializzati nell’invecchiamento  dei volti):

C’ è una novità rispetto al caso di Madeleine McCann: è di queste ore la notizia dell’identificazione di un nuovo sospetto.

Le indagini sul caso di Madeleine non si sono mai fermate, la polizia ha incessantemente seguito le tracce della piccola. Fonti giornalistiche internazionali (dailymail.co) fanno sapere che gli investigatori sarebbero in possesso di un  identikit di un sospettato e sarebbero persino pronti a rendere pubblica l’immagine del presunto criminale.

Tuttavia Scotland Yard non ha né confermato né smentito le indiscrezioni giornalistiche, i funzionari hanno solo ammesso di avere in programma una serie di appelli pubblici da promulgare in diversi paesi. E quel che è certo è che gli appelli saranno comprensivi di una ricostruzione dettagliata della vicenda.

I genitori di Madeleine non si sono mai arresi, con forza hanno sempre continuato a cercare la loro bambina, dichiarando in più occasioni di essere convinti del fatto che la piccola sia viva.

I McCann, che in un primo momento furono oggetto di verifiche da parte della polizia portoghese, avrebbero, stando a quanto riportato dal Mail Online, anche intentato  una causa contro l’ex capo della polizia portoghese accusandolo di diffamazione per aver attribuito ai genitori una qualche responsabili nella scomparsa della figlia.

Leggi anche

Seguici