Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Camminare un’Ora al Giorno Previene il Cancro al Seno

La prevenzione del cancro al seno passa anche attraverso sane camminate

Licia

di Mamma Licia

12 Ottobre 2013

Camminare fa bene alla salute.

Perché questa semplice attività aiuta a ridurre il livello di colesterolo “cattivo” e ad alzare quello “buono; aiuta ad abbassare la pressione arteriosa e a migliorare il ritorno venoso del sangue al cuore (camminare previene il rischio d’infarti e arteriosclerosi); aiuta a controllare il rischio di diabete di tipo2; migliora l’apparato respiratorio; contribuisce a tenere il peso nei limiti desiderabili; aiuta anche a migliorare l’umore, bilanciando gli ormoni dello stress prodotti nell’arco della giornata.

A tutti questi benefici del camminare se ne aggiunge un altro: la riduzione del rischio di cancro al seno.

Lo si legge sulla rivista Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention che ha riportato i risultati di uno studio condotto dai ricercatori dell’American Cancer Society (ACS) di Atlanta in Georgia, secondo i quali passeggiare a passo moderato per un’ora al giorno tutti i giorni (cioè 7 ore a settimana) riduce del 14% il rischio di ammalarsi di cancro al seno.

Lo studio ha coinvolto 73.615 donne in menopausa, tra i 50 e i 74 anni, che sono state seguite dal 1992/1993 ad oggi. Ogni due anni le volontarie, arruolate dall’American Cancer Society nel Prevention Study II Nutrition Cohort, sono state sottoposte a check up e a questionari per raccogliere informazioni e dati sui loro stili di vita e per la diagnosi precoce di un eventuale tumore.

Dalla ricerca è emerso che la riduzione del rischio di ammalarsi di cancro al seno corrisponde ad un caso di tumore in meno ogni mille donne.

A trarre beneficio dall’attività del camminare non sono solo le donne in buona salute, ma anche quelle in sovrappeso e quelle che, per tenere sotto controllo i sintomi della menopausa, si affidano alla terapia ormonale sostitutiva, in passato accusata, da più parti, di aumentare il rischio di tumore.

Il camminare è un’attività fisica facilmente praticabile da chiunque e a costo zero. Passeggiare a passo moderato corrisponde ad una velocità di circa 5 km all’ora.

Chi non ha problemi ad affrontare un po’ più di esercizio fisico – ha detto Alpa Patel, coordinatrice dello studio ed epidemiologa dell’American Cancer Society – può trarre benefici ancora maggiori. Aumentare l’intensità dell’attività fisica può, infatti, arrivare a ridurre il rischio di ammalarsi di cancro al seno fin del 25%.

Come ha anche spiegato Umberto Veronesi, «ci sono tre chiari fattori di protezione dal tumore al seno: l’esercizio fisico fatto con regolarità; l’alimentazione, per cui in generale, è bene ridurre il consumo di grassi animali e aumentare quello di legumi, cereali e verdure; e gravidanza e allattamento. Infatti, le donne che hanno avuto figli prima dei 30 anni hanno un rischio lievemente inferiore di sviluppare un carcinoma mammario dopo la menopausa. Lo stesso vale per quelle che hanno allattato».

Leggi anche

Seguici