Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Il Sorriso di Camilo, il Bambino Nato con il Cuore a Metà

Il ringraziamento della famiglia per tutto il sostegno e le novità per Camilo

Gioela Saga

di Gioela Saga

14 Novembre 2013

Camilo il bimbo con il cuore a metà

Lo avevamo lasciato in terapia intensiva, pieni di speranza e raccogliendo l’appello dei suoi genitori, Michael e Sonia Lozano, di fare una preghiera per lui. Siamo lieti, finalmente, di darvi notizie del piccolo Camilo.

Camilo con cuore a metà torna a casa

Camilo con i suoi genitori Michael e Sonia Lozano

Il piccolo era nato con un difetto cardiaco chiamato “sindrome del cuore sinistro ipoplastico” (HLHS). Si tratta di un insieme di anomalie cardiache conosciute anche sotto il nome di “cuore a metà”: uno sviluppo inadeguato del cuore associato ad un difetto interventricolare molto grave.

Lo scorso 25 settembre Camilo è stato sottoposto ad una seconda operazione cuore aperto, sostenuto dall’amore e dalla fede dei suoi genitori, uno stuolo di persone che seguono la sua pagina facebook e un’équipe straordinaria sotto il profilo medico e umano.

La convalescenza è stata lunga e difficile, non priva di giornate particolarmente dure in cui si pensava di tornare indietro e di riportare il bambino in sala operatoria. Momenti buoni si sono intrecciati e susseguiti a quelli cattivi. Malgrado tutto però, Camilo ha perso difficilmente il suo sorriso.

ritorno a casa per Camilo bimbo nato con il cuore a metàIl bimbo è stato lentamente estubato, riabituato al biberon dopo aver tolto il sondino, ha potuto riabbracciare i genitori e in particolare la mamma che, avendo una brutta influenza, ha dovuto passare qualche giorno forzatamente lontana da lui.

Il 7 novembre scorso Camilo, dopo 6 settimane, è stato dimesso: 12 medicazioni, una formula particolarmente studiata per il suo latte, nebulizzatori che lo aiutano ancora di tanto in tanto e una miriade di appuntamenti medici da rispettare per i controlli.

“Nessun posto è come casa propria”

dicono i genitori e per quanto siano grati a tutta l’équipe, il ritorno a casa è stato il miracolo più bello che potessero ottenere! Come non gioire con loro!

Gesti consueti, come sistemare il seggiolino nell’auto, sono stati, per loro, fonte di emozioni intense e insperate.

tornato a casa Camilo nato con metà cuoreOra il piccolo campione dovrà anche indossare un piccolo caschetto per qualche tempo perché la posizione supina, tenuta per così tanto tempo, insieme alla mancanza di movimento, hanno appiattito la testa di Camilo che ha bisogno così di ritrovare le giuste proporzioni.

Purtroppo non è solo una questione estetica ma potrebbe dare dei problemi di sviluppo. In ogni caso, al momento, è una questione puramente marginale e assolutamente risolvibile nel quadro clinico del bambino.

Sonia e Michael ringraziano tutti quelli che sono stati vicini alla loro situazione, soprattutto le tante famiglie, come la loro, che vivono questo tipo di difficoltà nella malattia. Con molte di loro hanno condiviso notti insonni, lacrime e speranze nella casa di accoglienza Ronald McDonald che li ha ospitati.

 

Leggi anche

Seguici