Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Saldi 2011: come spendere bene i soldi e risparmiare

Federica Federico

di Federica Federico

08 Gennaio 2011

I saldi invernali alleggeriranno i portafogli degli italiani di circa 450 euro per nucleo familiare.
Secondo le previsioni a tanto ammonterebbe la cifra mediamente spesa da ciascuna famiglia in beni di consumo a prezzi scontati. La metà del danaro investito in saldi dovrebbe servire agli italiani per rinnovare il guardaroba. Vestiti, scarpe ed accessori restano così i protagonisti indiscussi delle svendite.

Complice la crisi economica, sempre più famiglie approfittano dei saldi! Molti nei mesi precedenti frenano e riducono i consumi rimandando i propri desideri ed i propri acquisti al momento degli sconti.
L’assalto al saldo non è un modo di dire o un luogo comune; l’osservatorio della Confcommericio di Roma ha rilevato che durante i saldi invernali ed estivi, complessivamente considerati, ogni attività commerciale riesce a muovere oltre il 30% del proprio giro d’affari annuo.

Il saldo è, quindi, divenuto momento indispensabile di risparmio.
Chi approfitta del saldo lo fa con l’intento di risparmiare adesso e per l’anno a venire.

Dunque, cosa e come acquistare per comperare bene risparmiando nel lungo termine?

– I saldi rendono più accessibili i capi normalmente costosi, in questo senso gli sconti rappresentano il momento migliore per l’acquisto di cappotti, soprabiti e giubboni.

Normalmente il “cappottino, la mantella o il giubbetto” più sono belli e buoni, più divengono inaccessibili … il saldo aiuta a portare a casa un ottimo pezzo con un costo non insostenibile.
Ma attenzione: quando si acquista un cappotto o un giaccone si compera un capo di abbigliamento sfruttabile per lungo tempo. Un buon cappotto può sopravvivere parecchie stagioni. È, dunque, meglio preferire un colore facilmente abbinabile e un modello non troppo modaiolo. La scelta “da passerella” non è consigliabile quando si tratta di soprabiti, cappotti e giubbe, perché il prossimo inverno potremmo ritrovarci con un buonissimo capo, praticamente nuovo ma evidentemente fuori moda. Diversamente se ci orientiamo verso linee semplici, colori intramontabili e modelli non eccessivamente di “tendenza”, ci assicuriamo la sopravvivenza ai mutamenti stagionali della moda.

– Per le ragioni appena esposte, è consigliabile evitare di lasciarsi condizionare troppo dalle mode anche nell’acquisto di accessori, pelletteria e scarpe.

– L’opportunità dello sconto favorisce l’acquisto di qualità.

Specie se si intenda comperare un bene impegnativo e di lungo uso, è conveniente approfittare degli sconti per portare a casa prodotti di alta qualità. Nell’abbigliamento la manifattura italiana è sempre sinonimo di garanzia. Per assicurati un ottimo acquisto compera un prodotto italiano, controlla la qualità dei tessuti, ricorda che le fibre naturali,  se ben trattate e conservate,  sono ottime e rispetto a quelle sintetiche garantiscono la traspirazione della pelle anche attraverso i vestiti – una buona lana può trasformare un abito in una carezza morbida ed avvolgente!

Largo agli acquisti per i bambini!

Di fatto per ogni stagione che passa ai piccoli va totalmente rifatto il guardaroba. I cuccioli crescono e diventano grandi … con la gioia di noi genitori.
La loro evoluzione veloce e felice può essere tradotta in soldini ed il prezzo da pagare per il piacere di vederli crescere di anno in anno è non irrisorio.
Gli abiti della stagione precedente divengono inservibili, ne occorrono di più lunghi, larghi e grandi.
Sebbene la crescita dei bambini non sia mai precisamente prevedibile, l’acquisto in saldo è comunque possibile per attrezzare risparmiando il guardaroba dei figli per la stagione successiva.
Le taglie degli abiti per bambini sono congeniate per fasce d’età.
Spesso nella grande distribuzione i mesi si dividono in :

  • 0\3,
  • 3\6,
  • 6\9,
  • 9\12,
  • 12\18,
  • 18\24
  • per poi coprire singolarmente gli anni successivi 2anni, 3 anni, 4 anni ecc.

Per essere certi che vostro figlio sfrutterà il capo che state per acquistare in saldo basta compera i vestiti appartenenti per taglia alla fascia d’età corrispondente ai mesi o agli anni che il piccolo avrà il prossimo inverno.
Per esempio mai figlia compie gli anni in febbraio, durante i saldi dello scorso inverno ho comperato capi etichettati 2anni, durante questi saldi acquisterò capi taglia 3anni.

Difficilmente riuscireste, invece, ad indovinare il numero di scarpe che vostro figlio calzerà il prossimo anno, perciò meglio evitare l’acquisto delle calzature da bambini per la stagione successiva.

Approfittate dei cappottini e dei giubbetti, degli abitini di “lusso”, dell’intimo e dei pigiami.
Persino coperte e piumini possono essere acquistati con un certo vantaggio economico da non trascurare.

Se il vostro piccolo dal prossimo settembre andrà a scuola per la prima volta, tenete conto che è preferibile scegliere una moda comoda: tute, maglie giro collo (perché i grembiulini hanno tutti il colletto ed il doppio collo può essere scomodo), felpe senza cappuccio(è impossibile tiralo fuori dal grembiule), pantaloni con l’elastico in vita (evitate le salopette scomodissime per i piccoli che all‘asilo imparano ad andare al bagno da soli).

Buoni Saldi a Tutta la Famiglia

Leggi anche

Seguici