Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Le storie Incredibili dei Bimbi Reincarnati [Video]

Un bambino che racconta dettagli della Seconda Guerra Mondiale e non ha neanche tre anni, un altro che descrive perfettamente un'isola, un altro ancora che si riconosce in un uomo presente in una fotografia del 1930......

di Fabiana Cipro

24 Novembre 2013

Immagine Joke Productions

Un professore di fama mondiale, il Dott. Jim Tucker, nel suo nuovo libro ‘Return To Life: Extraordinary Cases Of Children Who Remember Past Lives‘ – Ritorno alla vita: Casi straordinari di bambini che ricordano vite precedenti, racconta delle notevoli esperienze con questi bambini, in molti possono ricordare dettagli intimi delle loro vite passate in maniera nitida e dettagliata, questo lo ha portato alla conclusione che la reincarnazione esiste.

Il ritorno alla vita si concentra soprattutto sui casi americani, il professore associato di psichiatria presso l’Università della Virginia, presenta la storia di ogni famiglia e descrive la sua indagine. Il suo obiettivo è stato quello di determinare ciò che è accaduto, ciò che il bambino ha detto, come hanno reagito i genitori, se le dichiarazioni del bambino corrispondono alla vita di una particolare persona deceduta, e se il bambino stesso avrebbe potuto imparare tali informazioni attraverso i mezzi normali. Tucker ha scoperto casi che forniscono prove convincenti che alcuni bambini hanno, infatti, ricordi reali di vite precedenti .

Il libro del Dr Jim Tucker

Tra gli altri, i lettori potranno incontrare un bambino che descrive una vita precedente su una piccola isola. Quando Tucker lo porta a quell’isola, scopre che alcuni dettagli stranamente coincidono con le dichiarazioni del bimbo e altri no. Un altro bambino indica una fotografia del 1930 e dice che lui è uno di quegli uomini lì immortalati. Le ricerche fatte da Tucker per identificare l’uomo hanno successo, e molti dei numerosi ricordi del bambino corrispondono perfettamente a dettagli della vita di quell’uomo.

Poco dopo il suo secondo compleanno, un terzo bimbo comincia a ricordare di essere stato un pilota della seconda guerra mondiale che alla fine viene identificato:

E’ iniziato tutto dopo un viaggio di padre e figlio allo Cavanaugh Flight Museum di Dallas. Papà Bruce aveva comprato un video della marina che mostra una pattuglia aerea in volo, i Blue Angels, per il figlio James, due anni, che era stato istantaneamente affascinato dai jet in formazione da combattimento. Tuttavia, poco dopo James ha cominciato a distruggere i suoi aeroplanini giocattolo più e più volte urlando che l’aereo era in fiamme.

Da allora per James sono cominciati gli incubi. Sua madre Andrea, trovava suo figlio che si dimenava sul letto emettendo urla da far gelare il sangue, gridava: ‘Aereo in fiamme! Piccolo Uomo non riesce a uscire!‘. Gli incubi inquietanti erano troppo fisici, James scalciava verso l’alto sul suo letto come se cercasse di aprire il tetto per eiettarsi da dentro un aereo. Il bambino improvvisamente ha cominciato a parlare con i suoi genitori a proposito degli incubi, trasformandoli da terrori notturni in dettagli lucidi e conversazioni. James ha detto ai suoi genitori cristiani praticanti, che stava volando su un Corsair durante la Seconda Guerra Mondiale e che i giapponesi lo hanno abbattuto. “Mamma, prima che io nascessi, ero un pilota, hanno sparato al motore del mio aereo e si è schiantato in acqua, è così che sono morto“. Le crescenti implicazioni di ciò che il figlio stava dicendo loro cominciarono a turbare le credenze religiose di Bruce e Andrea.

Pilota da combattimento: James Leininger con i suoi genitori Andrea e Bruce

James ha cominciato a disegnare le immagini inquietanti di aerei che prendevano fuoco – Il Dr Tucker ritiene questo tipo di ripetizione compulsivo ha tutte le caratteristiche di come i bambini affrontano un disturbo post traumatico da stress. Bruce, in particolare, ha voluto andare a fondo della cosa vista l’insistenza di suo figlio che stava effettivamente descrivendo la vita passata di un pilota abbattuto di nome James. Si è recato a una riunione per i veterani della USS Natoma Bay con la scusa che voleva scrivere un libro ed è rimasto sbalordito nello scoprire che l’unico pilota ucciso durante l’operazione di Iwo Jima era stato un 21enne della Pennsylvania di nome James Huston. Una ulteriore e snervante ricerca, ha rivelato che l’aereo di Huston era stato colpito al muso e aveva perso la sua elica – esattamente dove James aveva intenzionalmente danneggiato tutti i suoi aerei giocattolo. 

La loro fede sulle affermazioni straordinarie del figlio cresceva, Bruce e Andrea hanno cominciato a prendere sul serio quello che raccontava. Una notte Andrea ha raccontato che nella vita precedente suo padre era un alcolizzato e quando James Huston aveva 13 anni, avevano ricoverato suo padre in ospedale per sei settimane. Hanno quindi rintracciato Ann, la sorella di Huston, che aveva 80 anni ormai e chiesto se queste affermazioni fossero vere – la donna ha confermato.

Troppe coincidenze sconcertanti hanno cominciato a verificarsi. James sapeva particolari che nessuno conosceva sui dettagli operativi di un combattente della Seconda Guerra Mondiale. Il momento più incredibile, però, è stato quando James è andato alla sua prima riunione dei veterani della USS Natoma Bay. Nel corridoio dell’hotel dove si sono incontrati, è stato fermato da Bob Greenwalt, un veterano. Quando l’uomo gli ha chiesto ‘sai chi sono io?‘ James ha risposto: ‘Tu sei Bob Greenwalt‘. Alla domanda del padre su come sapesse chi fosse, James ha risposto semplicemente che ricordava la voce dell’uomo. Dopo che sono tornati a casa a Dallas, James stava pulendo il prato con il suo papà, quando Bruce si è chinato per abbracciare suo figlio e dirgli che lo amava. James lo ha guardato e gli ha detto che quando aveva visto Bruce e Andrea cenare sulla spiaggia di Waikiki alle Hawaii, sapeva che erano i genitori giusti per lui. Bruce non ha ancora idea di come suo figlio sapesse del viaggio romantico fatto da lui e sua moglie prima ancora che si sposassero – prima ancora che James nascesse.

Il libro è stimolante e accattivante, il ritorno alla vita esorta i suoi lettori a pensare alla vita e la morte, e li fa riflettere sulla propria coscienza e spiritualità….

Qua sotto il video di Voyager, il programma della Rai che tratta proprio della reincarnazione, e subito sotto il video del Dr Tucker che parla del suo libro

Leggi anche

Seguici