Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Notizia Choc: Bambina Aggredita da un Furetto

I furetti devono essere considerati animali pericolosi?

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

10 Dicembre 2013

furetto animali domestici

Girovagando sul web mi è capitato sott’occhi una particolare e curiosa notizia di una bambina di soli 10 mesi morsa da un furetto.

Anche se non è una news attuale, risale infatti all’aprile del 2012, voglio ugualmente proporla ponendo l’attenzione sull’animale e sulla sua possibile pericolosità.

Ecco i fatti riportati sul quotidiano britannico Daily Mail, giornale noto soprattutto per le sue scioccanti storie, spesso incerte ed esagerate.

“Una bambina è ricorsa a cure ospedaliere dopo esser stata sbranata da un furetto mentre si trovata nel suo passeggino. Lola-Mae Knowles, di appena 10 mesi, ha urlato dal dolore dopo esser stata morsa dall’animale. La madre Chloe, 21 anni, ha iniziato a gridare a sua volta attirando l’attenzione di due vigili del fuoco che transitavano, i quali sono prontamente intervenuti per liberare la piccola dalla morsa dell’animale”.

animali domestici furettoSuccessivamente trasportata presso una struttura ospedaliera, i medici hanno controllato, attraverso i raggi X, che l’osso della bambina non avesse subito alcun danno. Appurato ciò, la mano di Lola è stata medicata e le è stato prescritto un antibiotico al fine di prevenire un’eventuale infezione.

La vicenda assume toni ancor più preoccupanti attraverso le testimonianze, raccolte dal Daily Mail, della madre e dei due pompieri.

La giovane madre, residente a Burnley nel Lancashire, contea inglese, racconta:

“Questo non è qualcosa che ti aspetti accada ogni giorno. Stavo camminando verso casa di mia madre quando ho visto qualcosa venir fuori da un cespuglio […] poi è saltato nel passeggino di Lola. Onestamente non sapevo cosa fare, non volevo incattivirlo ancora di più o causare ulteriori danni cercando di tirarlo via. Si era bloccato al dito di Lola che stava urlando dal dolore. Mi bloccai. Tutto quello che potevo fare era gridare e implorare aiuto alle persone che abitavano nelle case vicine, ma nessuno è accorso”.

Fortunatamente, i vigili del fuoco Pete Harvey e Faz Patel stavano transitando quando hanno sentito le grida della donna.

“Siamo saltati fuori dalla macchina ed ho visto un furetto marrone chiaro attaccato al dito della bambina – ha raccontato HarveyHo pensato subito che fosse un animale selvaggio perché era troppo feroce. Abbiamo impiegato circa 25 minuti per allontanarlo dalla piccola; ogni volta che veniva respinto e cacciato lui ritornava all’attacco. Tutto quello che posso dire è che deve essere stata la fame in quanto non voleva rinunciare senza combattere”.

animali domestici furetto

Un ulteriore parere sulla vicenda viene fornito da Steve Carpenter, vice-direttore dell’Altham RSPCA Centre, una sorta di rifugio per animale dove vengono curati, assistiti ed in attesa di adozione.

“Questa bambina è stata molto fortunata – ha dichiarato Carpenter – Tutti sanno che i furetti hanno denti affilati e che a loro piace aggrapparsi. Questi sono principalmente degli animali domestici e non animali selvatici, situazione che mi lascia intendere che questo sia stato abbandonato o che sia riuscito a scappare dal suo proprietario”.

Dunque, i furetti devono essere considerati davvero degli animali pericolosi o quello appena riportato è un caso fortuito?

animali domestici furettoPartendo dal presupposto che sì i loro denti si mostrano davvero aguzzi, mi risulta alquanto esagerato affermare che la bambina sia stata sbranata dall’animale, come riportato dal quotidiano inglese.

Secondo il vocabolario Treccani, il verbo sbranare indica “Ridurre a pezzi, in brandelli, dilaniare con gli artigli e con i denti”.

Come si evince dalle foto correlate all’articolo, senza nulla togliere allo spavento subito sia dalla madre che dalla bambina, nonché il dolore accusato da quest’ultima, l’arto ferito di Lola non appare così come viene descritto in primis dal giornalista.

Cercando ulteriori informazioni su questi animali, non essendone io un’esperta, appare evidente che, seppur non largamente diffusi, i furetti possono essere annoverati tra gli animali domestici, al pari del cane e del gatto.

Si legge su Wikipedia:

il Mustela putorius furo, nome comune furetto, è un mammifero carnivoro (non è quindi un roditore come in molti pensano – ndr) che appartiene alla famiglia dei mustelidi.

È un ottimo animale da compagnia: ha un carattere estroverso, giocherellone, vivace ed è un curioso esploratore. È inoltre un predatore e manifesta questa sua caratteristica nella passione per l’esplorazione e la caccia, anche se ritualizzata nel gioco.

Non sono in generale aggressivi, ma esistono sempre eccezioni alla regola. L’aggressività può dipendere dalla scarsa abitudine al contatto umano, nel caso ad esempio di animali che sono vissuti per diversi mesi in gabbia in un negozio, prima di essere venduti, ma in alcuni casi è di origine genetica (una “questione di carattere”). Nel primo caso con tempo, pazienza e un po’ di stoicismo è possibile vincere la diffidenza del furetto, fargli perdere l’aggressività e renderlo docile e affettuoso; nel secondo caso le possibilità di una convivenza pacifica sono più ridotte.

In Italia vi è un’associazione di volontariato, “Furettomania” Associazione Italiana Furetti, il cui scopo ultimo non è lucrare bensì “proteggere, tutelare, far conoscere, e amare il furetto domestico”.

animali domestici furetto

Sul loro sito è possibile avere tutte le informazioni inerenti questo animale: la storia, il comportamento, l’alimentazione, l’allevamento, le leggi che lo riguardano e lo tutelano, l’adozione e molto altro ancora.

Tra le diverse raccomandazioni presenti sul portale della sopra citata Associazione, vogliamo porre l’attenzione su quello che concerne la convivenza tra animale e bambini:

I Furetti possono essere buoni animali domestici in case con figli più grandi, ma in genere si dovrebbe aspettare fino a che i figli siano maturi abbastanza per capire come maneggiare questi simpatici animali. Nonostante i Furetti possano essere facilmente addestrati a non mordere, se uno di loro è maneggiato in maniera errata da un bambino può spaventarsi e mordere. Inoltre c’è da dire che non c’è nessun animale domestico che dovrebbe essere lasciato da solo con i bambini: senza controlli. Ciascuna famiglia è diversa; saranno i genitori a decidere quando i loro figli sono responsabili abbastanza per maneggiare e possedere un animale domestico”.

Per ulteriori informazioni: FurettoMania.it

 

 

 

Leggi anche

Seguici