Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Cosa Fare a Capodanno con i Bambini

Come organizzare un cenone di capodanno con bambini

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

16 Dicembre 2013

Il nuovo anno sta per arrivare e già in molte case fervono i preparativi per passare la notte di San Silvestro.

Se poi in casa siete in tre da poco tempo, e le nottate non si fanno solo con cenoni feste e fuochi d’artificio, ma tra poppate pannolini e coliche, ecco qualche idea per passare la prima mezzanotte di capodanno con il bambino.

Un bambino molto piccolo ha le sue abitudini e le sue necessità. Fino a che ci sono figli con un età intorno ai 2-3 anni è sempre bene organizzare un veglione di capodanno in casa propria, per avere tutto il necessario per il bambino a portata di mano.

E poi è sempre meglio pensare di poterlo mettere a dormire nel suo letto quando avrà sonno, lui che magari la sua prima mezzanotte non riuscirà neanche a festeggiarla perchè si addormenterà prima. Senz’altro un veglione prevede musica, persone, e infine fuochi d’artificio e botti: in questo caso le mura domestiche saranno la soluzione migliore per passare la notte di capodanno.

Stare a casa può prevedere due opzioni: o un cenone con parenti e amici, e godersi tutti la festa, o organizzare una cena romantica con il partner, e godersi l’intimità dopo aver messo a letto il piccolo. Anche questo è capodanno.

Se invece si vuole passare la notte fuori casa, con un bimbo piccolo, è comunque pratico partecipare a un cenone a casa di amici o parenti.

Stare in casa di amici o di parenti darà la possibilità di portare con se tutto l’occorrente per il piccolo, e gli consentirà di addormentarsi, magari nel suo passeggino, in una stanza attigua a quella della festa.

 

Il trasloco sarà antipatico, bisognerà ricordare di portare pigiama, pappa, cambio, pannolini, e tutto il necessario, ma anche così la famiglia potrà godersi la festa ugualmente.
Con bambini di 7-8 anni si può già pensare di partecipare ad una festa, a un veglione, anche dove è prevista musica e balli: anche i bambini potrebbero essere coinvolti nelle danze.
Con bambini un po’ più grandi le esigenze cambiano, e la necessità di passare la notte di san Silvestro a casa decade.La necessità con un figlio più grandicello però è un’altra adesso: la compagnia.

Non pensiate che un bimbo di 7 anni possa essere felice e coinvolto di partecipare ad un veglione se non ci sono coetanei. In quel caso, anche lui, come un neonato, potrebbe farvi abbandonare la festa nel bel mezzo perchè vuole dormire!

Con dei figli già più autonomi si può anche organizzare di stare fuori e aspettare mezzanotte in piazza, magari rientrando non eccessivamente tardi. I bambini potrebbero godere al pari degli adulti dell’atmosfera goliardica, dei fuochi d’artificio e dei festeggiamenti all’aperto.

Con figli anche più grandi poi l’organizzazione di un veglione ha le stesse regole che per gli adulti: niente più passeggini da portarsi appresso, né pannolini, solo l’imperativo della compagnia dei coetanei: a casa di amici, in piazza, con i parenti, i bambini si divertono sempre e comunque se sono in compagnia.

Si può anche pensare ad un breve viaggio, proprio quest’anno che il calendario oltretutto consente un lunghissimo weekend o addirittura una settimana (dal 27 dicembre al 5 gennaio ci sono solo 4 giorni lavorativi) per organizzare un viaggio, magari in una capitale europea, o in un parco a tema come Disneyland, o, visto che i bambini reggono al pari degli adulti le ore di volo, addirittura da qualche parte al caldo, per passare un capodanno esotico.

Leggi anche

Seguici