Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Caro Babbo Natale “Quest’anno vorrei la cura per il mio fratellino”, la Letterina che Commuove il Web

Non vogliono giocattoli, ma voglio vivere

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

16 Dicembre 2013

natale speranza

Le lettere che i bambini scrivono a Babbo Natale spesso ci fanno sorridere, perché sono zeppe di richieste di giochi, e promettono bontà e disciplina, che poi molto spesso dimenticano già per Santo Stefano.
Altre lettere invece, come quella di Federica, fanno commuovere, e hanno diverse istanze da fare all’uomo vestito di rosso con la barba bianca, leggete:

«Quest’anno vorrei la cura per il mio fratellino, con il metodo Stamina, vorrei anche che faccia l’infusione adesso. Così guarisce e torna a giocare con me e a essere felice come prima».

Federica allega pure un disegno alla sua letterina per Babbo Natale, ritraendosi col fratellino, e un cartello, indirizzato più ai ministri che all’uomo con le renne.

Giovanni P. è uno dei bimbi in lista d’attesa per il trattamento con cellule staminali agli Spedali Civili di Brescia.

E non è il  solo.

Anche Ludovica, altra bimba affetta da Tay Sachs, malattia rarissima e incurabile, parla in prima persona, intervistata dal quotidiano Il Mattino: “Con questa cura, posso stare seduta in passeggino anche tutto il giorno, adesso posso uscire, non ho più bisogno dell’ossigeno… Caro Babbo Natale non voglio regali preziosi o giocattoli, vorrei solo continuare e che altri bambini possano iniziare la stessa terapia”.

E ancora Ivan, che ha due anni e mezzo e l’ epidermolisi bollosa distrofica, e ha scritto un’altra letterina con l’aiuto dei suoi genitori: «Io vorrei giocare e correre senza farmi la bua… Vorrei poter dormire tranquillo».

Queste lettere verranno consegnate e lette martedì ad una manifestazione organizzata davanti agli ospedali di Brescia, nella quale per aiutare il metodo Stamina, i malati hanno chiesto aiuto a Babbo Natale, affinchè anche lui li aiuti nella loro battaglia.

Leggi anche

Seguici