Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Natale Senza Chemio: a Questa Bimba che sta per Morire Resta Solo un Sogno

Gioela Saga

di Gioela Saga

01 Gennaio 2014

il sogno di Isabella Hale per questo Natale

Isabella è nata senza nessuna anomalia o patologia il 30 settembre 2010 in un ospedale a sud di Londra.

Durante i primi mesi la mamma, Jolene Hale, 32 anni, già mamma di Rebecca, inizia a preoccuparsi perché nota che la piccolo Isabella non muove le gambine come faceva la sorellina.

Ultimo desiderio per la piccola IsabellaI medici le dicono di non preoccuparsi perché, come è noto, ogni bambino ha uno sviluppo motorio personale.

A dieci mesi però, la mamma inizia a sottoporla a dei test più specifici e nel frattempo scopre di essere di nuovo incinta.

Isabella non riesce a stare seduta da sola e i medici, poco prima del Natale 2011, a seguito di una risonanza al cervello, scoprono che ha un tumore che deve essere rimosso da lì a pochi giorni.

Jolene, anticipa il Natale e festeggia qualche giorno prima, preoccupata per l’operazione. Le mamme forse, si sa, hanno un sesto senso che difficilmente le tradisce.

mamma decide di sospendere chemio per la bimba malata di cancroIsabella passa il suo primo Natale in ospedale, dopo un’operazione di otto ore, in cui le rimuovono solo l’80% del tumore, il resto è in una posizione inoperabile.

Purtroppo i medici sono anche costretti a dire alla mamma che il tumore è molto aggressivo e raro e la piccola inizia subito il primo ciclo di chemioterapia nel marzo 2012, quando nasce anche  la sua sorellina Sophie.

La mamma intanto affronta anche la separazione dal marito Chris.

“Ho sperato che la sorellina le desse alter forze per lottare perché lei ha sempre avuto il desiderio di essere una sorella maggiore – dice la mamma – ma purtroppo Isabella non stava rispondendo bene alle terapie, si è dato inizio allora ad una raccolta fondi per poterla mandare in America per alcuni nuovi trattamenti pionieristici.”

La bambina affrontato altri trattamenti chemioterapici molto pesanti, ma, malgrado tutto, in settembre i medici hanno definitivamente stabilito che Isabella ha solo pochi mesi di vita, si parla di una decina appena.

Jolene dice al DailyMail:

mamma interrompe chemio per poter regalare un bel Natale alla figlia“Non dimenticherò mai quelle parole, mi hanno detto che mia figlia non sarebbe mai cresciuta, diventata grande. In quel momento il mio cuore si è frantumato per sempre in mille pezzi.”

“Non ho pianto perché Isabella era in braccio a me e ha bisogno di me per lottare, e io sto lottando per assicurarle almeno che il tempo che le rimane da vivere sia il più bello possibile.”

E’ stato programmato un altro ciclo di chemioterapia ma i medici stessi mi hanno detto che avrebbe potuto solo peggiorare la qualità della sua vita anche se forse avrebbe potuto prolungargliela.

“Non potevo sopportare di sapere che così avrei sprecato del tempo prezioso e le avrei fatto passare in ospedale anche questo Natale, penso sia giusto che ora sia il momento per farla divertire un po’, farle godere la vita per quello che le rimane.” dice la madre con una forza incredibile. “Così ho deciso di farle sospendere la terapia e non iniziarne un’altra che le avrebbe rovinato il Natale senza poterla salvare.

Isabella non è neppure andata in America perché i dottori hanno detto a Jolene che avrebbe solo sprecato tempo e denaro, così, la madre ha deciso che i fondi raccolti servissero ad aiutare altri bambini che invece potevano avere la speranza di guarire.

la mamma vuole realizzare l'ultimo sogno della figlia malataIsabella ha scritto la sua letterina di Natale e il suo desiderio sarebbe ora quello di andare a Disneyland dove è già stata grazie ad alcuni benefattori.

La piccola chiede di poter rivedere ancora una volta i suoi personaggi preferiti, quasi consapevole di ciò che l’aspetta.

Ora Isabella ha tre anni e sua mamma è ben determinata a fare di questo Natale il più bello della sua breve vita, insieme alle sue sorelline Rebecca di 7 anni e Sophia di 18 mesi.

“Non ci saranno lacrime finché Isabella sarà qui con noi. Siamo abbastanza fortunati da poter avere un altro Natale con la nostra amata bambina e voglio dei bei ricordi da poter conservare per sempre. Il cancro le ha rovinato tutti i Natali ma non questo, in questo lei si divertirà, riderà e sarà felice come tutti gli altri bambini! Lei si merita tutto ciò!”

La mamma, che non può permettersi il viaggio a Disneyland per la sua piccola, spera che, ancora una vota, le persone la supportino economicamente per poterla aiutare a regalare questo ultimo sogno per Isabella.

Jolene ha dunque nuovamente aperto una raccolta fondi per questo motivo. Per contribuire: http://www.gofundme.com/xcjw8

Fonte: http://www.dailymail.co.uk

Leggi anche

Seguici