Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Costumi di Carnevale fai da te: il Pirata

di Mamma Elisa

28 Gennaio 2011

Siamo entrati nel periodo carnevalesco,oltre ai carri, i buonissimi dolci e gli scherzi tipici di questo periodo, i protagonisti indiscussi di questo momento sono i travestimenti.

La maggior parte dei bambini ama mascherarsi, per loro è tutto un gioco e grazie alla  fantasia riescono a divertirsi e “creare” mondi magici, quindi questo è uno dei periodi più belli per i piccoli.

Mio figlio per esempio ultimamente ama giocare ai pirati. Una sedia si trasforma nella sua nave, lui è il pirata capitano, il suo peluche preferito è il secondo. La cameretta diventa l’isola del tesoro, la ricerca del bottino, delle monete e dei dobloni d’oro è lo scopo principale del gioco e lui si diverte un mondo.

Vista questa sua passione perché non preparargli un vestito “fai da me” di pirata o corsaro?

Detto fatto eccomi all’opera,non occorre molto, servono:

  • Cartoncino nero
  • Fogli bianchi
  • Matita
  • Colla
  • Elastico sottile
  • Compasso
  • Una maglietta possibilmente a righe colorate  a maniche lunghe o corte, oppure una maglietta bianca sulla quale disegnerete voi con dei colori adatti delle righe orizzontali rosse.
  • Un vecchio pantalone
  • Calzamaglia colorata
  • Un nastro o una striscia di stoffa nera che verrà legata in vita e servirà per mantenere la spada.
  • Una spada o pugnale di plastica.

Prima di tutto qual è il simbolo indiscusso dei pirati? Ovviamente il teschio e le ossa a incrociate a forma di X.

Su un foglio bianco ho disegnato tre teschi e li ho ritagliati: uno servirà per il cappello o per la bandana,gli altri due dovranno essere attaccati su un cartoncino nero che servirà da supporto e  farà anche da contrasto al teschio bianco.

Questi verranno, poi, applicati con una spillatrice sulla parte anteriore e posteriore della maglia.

Per creare il cappello io ho fatto in questo modo:

ho preso un cartoncino nero della grandezza di circa 64 cm per 32 cm e l’ho piegato in due.

Poi ho preso il compasso l’ho puntato al centro della parte piegata e ho tracciato due semicerchi che distanziano tra loro circa 10 cm.

Ho ritagliato tutto ottenendo questo risultato.

Successivamente per farlo mantenere meglio ho piegato all’interno le due estremità e ho incollato al centro del “cappello” sulla parte d’avanti il teschio.

Ai lati ho effettuato due piccoli fori e ho  applicato l’elastico.

Ho tagliato dei pantaloni di tuta vecchi, trasformandoli in calzoncini e sulla maglietta ho applicato i cartoncini con il teschio sia da un lato che dall’altro.

Per la benda dell’occhio ho utilizzato un cerchio di cartoncino nero, ho fatto sempre due forellini per l’elastico.

Come potete notare con pochissimo ho creato il travestimento per il mio capitano.

Leggi anche

Seguici