Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Bambini, come facilitare il sonno con i massaggi

Far addormentare i bambini può essere una vera e propria impresa. Scopri come favorire il loro sonno con il massaggio infantile!

Redazione VitaDaMamma

di Redazione VitaDaMamma

08 Marzo 2014

Come facilitare il sonno con i massaggi

La messa a nanna può essere un momento molto critico. Riuscire a far addormentare i bambini e far sì che il loro riposo sia profondo e tranquillo è però fondamentale per dare loro il tempo di rielaborare tutte le esperienze che hanno vissuto durante il giorno.

Per facilitare il sonno è fondamentale rassicurare il piccolo. Per questo creare dei rituali che lo tranquillizzino nel momento in cui deve separarsi dalla sua mamma aiuta a farlo addormentare senza problemi.

Di questi rituali fanno parte anche i massaggi, un importante strumento a disposizione delle mamme e dei papà per calmare il bambino, allontanare la tensione che può aver accumulato durante la giornata e accompagnarlo dolcemente nel mondo dei sogni. Infatti per i piccoli il contatto fisico è di importanza fondamentale.

Dopo la nascita i bambini si trovano catapultati in una realtà molto diversa dal ventre materno. Uno dei cambiamenti più rilevanti è proprio la diminuzione del contatto fisico. Per questo il tocco della mamma è rassicurante e confortante

Ma c’è di più. Infatti il massaggio stimola il rilascio di ormoni associati alla sensazione di benessere, riduce i livelli degli ormoni associati allo stress e sembra aumentare i livelli di melatonina, molecola fondamentale per regolare il nostro orologio interno, che permette di sincronizzarci con l’alternarsi di giorno e notte.

Ma quali sono le regole per un massaggio adatto a favorire il sonno? Prima fra tutte, è necessario ricordare che il massaggio infantile non è solo contatto fisico: anche lo sguardo e la voce giocano un ruolo molto importante. Consentendo alla mamma e al bambino di comunicare in modo più profondo, aumentano ulteriormente il contatto tra madre e figlio e aiutano il bambino a sviluppare tutti e cinque i sensi.

Durante il massaggio è importante guardare il bambino negli occhi e parlargli con dolcezza, magari raccontando una storia o canticchiando una filastrocca

Anche l’ambiente deve essere rassicurante e tranquillizzate: meglio la luce soffusa e una temperatura né troppo calda né troppo fredda, idealmente compresa tra i 18 e i 20 gradi.

Per quanto riguarda i prodotti da utilizzare, qualsiasi crema, olio o gel deve essere formulato in modo da rispettare la delicata pelle dei bambini. In particolare, gli oli non devono essere assorbiti dall’epidermide, ma consentire di massaggiarla a lungo e, allo stesso tempo, promuovere la sua idratazione.

Per favorire ulteriormente il rilassamento del piccolo il rituale serale può includere sia il bagnetto che il massaggio. L’effetto calmante dei giochi nell’acqua si sommerà a quello delle coccole ricevute durante il massaggio e anche solo 5 o 10 minuti di contatto saranno sufficienti per ottenere un benefico effetto rilassante.

 

Scritto da Silvia Soligon

Foto © evgenyatamanenko – Fotolia.com

Leggi anche

Seguici