Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Bambini, come rendere divertente il bagnetto

Il bagnetto può agitare i bambini. Ecco come renderlo un momento piacevole e divertente!

admin

di Redazione VitaDaMamma

08 Marzo 2014

Rendere divertente il bagnetto dei bambini

Il bagnetto può essere un momento davvero piacevole sia per il bambino, sia per la mamma. Non ci sarebbe però da stupirsi se le prime volte il piccolo si dimostrasse spaventato.

Mentre alcuni bebè apprezzano subito il contatto con l’acqua, altri potrebbero spaventarsi

Come evitare urla e lacrime? La prima regola da seguire è quella di non essere troppo insistenti. Per fare prendere confidenza al bambino con i momenti dedicati all’igiene personale si può iniziare con delle doccette e passare al bagnetto vero e proprio solo in un secondo tempo.

Il passo successivo consiste nel saper rendere il bagnetto un momento divertente. In questo modo sia il piccolo che la sua mamma ne trarranno il massimo beneficio.

Per evitare che il bambino si agitati è innanzitutto importante organizzarsi, accertandosi di avere a disposizione tutto ciò di cui si ha bisogno prima di immergere il piccolo nell’acqua.

Oltre al detergente per la pelle e lo shampoo – rigorosamente pensati per rispettare la delicata pelle dei bambini – bisogna attrezzarsi di asciugamano, pannolino e vestiti puliti

Anche qualche giocattolo è il benvenuto, purché sia adatto all’età del bambino. Meglio, invece, evitare di rallegrare il bagnetto scegliendo bagnoschiuma o shampoo che facciano molte bolle. Infatti non è un caso che i prodotti per bambini non facciano molta schiuma: le sostanze che consentono la formazione delle bolle possono aggredire la pelle dei piccoli, che è molto più delicata rispetto a quella degli adulti e può disidratarsi e irritarsi molto più facilmente.

Un altro modo per tranquillizzare il bambino è mettere un po’ di musica di sottofondo. Tuttavia, qualunque sia il mezzo che risulta più adatto a mettere il piccolo a suo agio, il compito della mamma non si esaurisce dando al bambino un modo per distrarsi.

Interagire con il piccolo, parlandogli o cantando, aiuta sia a rendere il bagnetto un momento divertente sia a creare un legame tra mamma e bambino, lasciandoci il tempo di imparare a comunicare con lui

Infine, non bisogna dimenticare che i bambini possono avere gusti differenti in quanto a temperatura dell’acqua, che dovrà essere regolata sia a seconda delle esigenze del piccolo, sia per evitare che sia troppo calda per la sua pelle delicata.

Per quanto possa essere divertente, arriverà anche il momento della fine. Ricordate che per non rischiare di disidratare la pelle, un bagnetto non dovrebbe durare più di 10 minuti e che una volta uscito dall’acqua il bambino non deve prendere freddo. Per questo bisogna avvolgerlo subito dell’asciugamano, che potreste anche scaldare prima di iniziare il bagnetto. Al momento di mettere la crema potete scaldarla prima un po’ fra le mani: eviterete così di interrompere il divertimento con l’improvviso contatto con il freddo e non rischierete di avere a che fare con lacrime indesiderate.

 

Scritto da Silvia Soligon

Foto © marcodeepsub – Fotolia.com

Leggi anche

Seguici