Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Uomini e Donne Tronista Contro il Programma: “Inutile” dice rispondendo a chi gli chiede ….

A chi gli chiede conto della ricerca dell’amore in televisione, questo ex tronista (molto fuori dallo schema tipico del programma Uomini e Donne) risponde presentando il suo volto vero … ed è un ragazzo pieno di sorprese.

Redazione VitaDaMamma

di Redazione VitaDaMamma

09 Marzo 2014

Uomini e Donne Tronista Contro il Programma:

Anche i tronisti, una volta spente le telecamere di Uomini e Donne, vivono la loro evoluzione personale. E qualcuno dei protagonisti del programma si dimostra particolarmente ricco e attraente, anche molto diverso dallo stereotipo televisivo.

Italo Di Giovanni, tronista nella categoria “Ragazzi e ragazze”, anno 2012, approdava negli studi di Uomini e Donne quando era già l’indossatore, fiero della sua bellezza conquistò il pubblico ed uscì dal programma accanto a Rosy Formisano.
Ma l’amore nato sotto i riflettori è finito nel maggio scorso.

Italo oggi è “imprenditore di se stesso e della sua terra”: ha scritto un libro (“Lo specchio dei miei anni”, pubblicato da Farnesi nella collana Bluinchiostro); ne ha un altro in lavorazione ed infatti è pronto a partire in sella alla sua moto per realizzare un viaggio avventuroso, viaggio che appunto narrerà nel nuovo testo; continua a fare l’indossatore ma volendo costruire per sé una carriera più solida ha deciso di puntare sulla sua terra ed ha aperto un albergo in Abruzzo.

Ha conosciuto Rebecca Jessica Lima su un set fotografico e ne è rimasto colpito, da tre mesi si frequentano, non sono fidanzati ma non sono nemmeno amici, c’è qualche cosa di più (o almeno questo è quanto Italo racconta a Nuovo, numero 10 del 13 marzo 2014).

Partendo dall’incontro con Rebecca, Italo, durante l’intervista a Nuovo, parla del programma Uomini e Donne e dice:

<<Cercare l’amore in Tivù? Inutile. Io quello vero l’ho trovato fuori!>>.

Sta di fatto che sulle poltrone di Uomini e Donne certamente si incontra il successo televisivo. Ciò considerato è forse il caso di riflettere su questa affermazione pronunciata da un protagonista del programma.

Molto spesso si è dubitato della buona fede di alcuni avventurosi protagonisti e molte volte si è sottolineato che la loro conquista del trono fosse più “votata al successo” che non all’amore … la domanda sorge spontanea:

è, dunque, giusto dubitare?

Rispetto a tronisti, troniste, corteggiatori e corteggiatrici vale la regola “Fidarsi è Bene NON Fidarsi è Meglio”?

Leggi anche

Seguici