Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Tumore Rarissimo in un Neonato: Guarda Cosa c’era nel suo Cervello

Incredibile cosa hanno trovato i medici (FOTO IMPRESSIONANTI)

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

14 Marzo 2014

Un neonato di 4 mesi del Maryland (USA) è sopravvissuto ad un delicatissimo intervento di tumore al cervello, considerato unico al mondo per il suo contenuto.

Il tumore è stato rimosso, il bimbo sta bene, ma questo caso è destinato a fare letteratura per lo sviluppo di questi rarissimi casi di tumore.

I medici si insospettirono che qualcosa non andava dal fatto che il bimbo cresceva esageratamente, non nella norma per un bimbo della sua età.

Sottoposto a risonanza magnetica si rilevò un tumore, che conteneva un dente umano.

Foto pubblicata sul The New England Journal of Medicine

Una struttura del tutto simile ai denti che si trovano nelle gengive inferiori, e il bimbo venne immediatamente ricoverato per l’asportazione di questo rarissimo tumore.

Nei report successivi si parlò addirittura di più denti completamente formati.

Dopo la biopsia i medici hanno diagnosticato al bambino un craniofaringioma, un tumore congenito del cervello che si sviluppa nella ghiandola pituitaria e che generalmente è benigno.

I ricercatori hanno sempre sospettato che questo genere di tumore si forma dalle stesse cellule coinvolte nella formazione dei denti, e forse adesso ne avranno la prova, anche se finora nessuno mai si era ritrovato con dei denti all’interno del cervello.

Il dottor Narlin Beaty, dell’ University of Maryland Medical Center ha poi effettuato l’intervento di rimozione del tumore del bambino, presso il Johns Hopkins Children’s Center.

Il bimbo sta progressivamente tornando in salute, dicono i medici, anche se dovrà essere sottoposto a dei controlli ormonali, e a trattamenti perenni, proprio per sopperire alla loro mancanza, poiché la ghiandola pituitaria è l’organo deputato alla loro formazione.

I denti sono invece stati spediti ad un centro studi per approfondire la conoscenza del tumore, e conoscere maggiori informazioni per futuri casi.

Fatti e foto pubblicati sul  The New England Journal of Medicine

 

Leggi anche

Seguici