Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Mamma Incinta Scopre di Aspettare un Bambino SPECIALE e Scrive una Lettera: la Risposta Commuovente di 15 Ragazzi Down in questo VIDEO (Non Avere PAURA Guardalo)

Un video che ti aprirà il cuore

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

18 Marzo 2014

Il 21 marzo è la giornata mondiale dei Down.

Il primo evento venne organizzato a Ginevra nel 2006, e nacque da un’idea di Stylianos E. Antonarakis, un genetista dell’Università di medicina della città svizzera.

Dopo la giornata venne “adottata” anche dai membri dell’Associazione Europea Sindrome di Down e dalla Down Syndrome International, tutte organizzazioni no-profit che si occupano di migliorare e supportare le persone affette da sindrome Down.

Il 19 dicembre 2011 l’ONU dichiarò questa data come giornata mondiale della Sindrome di Down, invitando associazioni e governi a sensibilizzare l’opinione pubblica sui diritti di queste persone.

Nel 2012 il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon affermò:

“In questo giorno, dobbiamo affermare che le persone Down devono godere del pieno ed effettivo godimento dei diritti umani e della libertà. Facciamo tutti la nostra parte affinchè bambini e adulti affetti dalla sindrome di Down partecipino in maniera totale allo sviluppo della nnostra società, in egual modo degli altri. Costruiamo tutti una società per tutti.”

La data di questa giornata non è stata scelta a caso:

La sindrome di down è un’alterazione cromosomica che interessa lo sviluppo dei gameti.

Durante lo sviluppo e la moltiplicazione delle cellule avviene che anziché avere 46 cromosomi nel nucleo di ogni cellula, se ne formano 47, ovvero, un terzo cromosoma in più nella 21esima coppia.

Da qui il nome di trisomia 21.

Ecco perché il giorno scelto è stato il 21esimo del terzo mese dell’anno.

Lo scorso 13 marzo, il Coordinamento Nazionale  Associazioni Down (Coordown), in collaborazione con l’agenzia pubblicitaria Saatchi e il WDSD (World Down Syndrome Day) ha pubblicato su youtube un video commuovente dal titolo “Dear Future mom”, cara futura mamma.

E’ una sorta di lettera di una futura mamma che scopre di aspettare un bimbo Down.

Nella lettera la mamma dice di avere paura, chiede cosa succederà a lei, e a questo bimbo che deve nascere.

 

Le rispondono 15 ragazzi down.

E le dicono che un bambino Down può fare un sacco di cose: andare a scuola, scrivere, viaggiare, lavorare e guadagnare.

A volte sarà difficile, ma non è così per tutte le mamme?

E soprattutto potrà abbracciarti e dirti che ti vuole bene.

E essere e renderti felice.

Guardatelo, e festeggiate insieme a loro il 21 marzo.

 

Leggi anche

Seguici