Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Corredino: igiene e benessere del neonato

admin

di Redazione VitaDaMamma

23 Maggio 2010

Il bagnetto e la toletta non sono semplicemente quotidiani riti di igiene, rappresentano anche momenti di incontro ed intimità tra mamma e bebé.

Noi mamme accompagniamo spesso la pulizia del piccolo con coccole ed affettuosità. Così facendo, istintivamente e senza pensarci, facciamo due cosa molto importanti per il nostro piccolo: ci presentiamo a lui amorevolmente e delicatamente, incoraggiandolo ad affidarsi alle nostre cure ed insieme gli diamo modo di acquistare fiducia in se stesso.

Cosa ti serve per affrontare con successo il bagnetto la toletta del tuo piccino?

  1. Un prodotto da bagno specifico per neonati. Nella scelta del detergente per il tuo cucciolo, tieni presente che la pelle del neonato va trattata con la massima delicatezza. In linea di principio sarebbe preferibile un olio da bagno; la caratteristica principale dei detergenti oleosi è il grande potere nutriente che rispetta la pelle e la tiene morbida e ben idratata.
  2. Molti bimbi nascono già con una bella chioma, se il pupo ha i capelli occorrerà anche uno shampoo delicato per neonati. Tuttavia questo è un acquisto che puoi tranquillamente posticipare, attendi prima di constatare se il tuo bimbo è o meno un capellone! Tieni conto anche del fatto che molti prodotti da bagno sono utilizzabili sui capelli con ottimi risultati.
  3. Alcuni bambini non amano lavarsi i capelli, durante lo shampoo piangono e si innervosiscono. Questo non solo complica l’operazione in se stessa, ma vanifica l’effetto rilassante del bagnetto. Un aiuto per la mamma e per il bebé è rappresentato dall’anello proteggi occhi: è un anello in plastica, molto simile ad un salvagente, generalmente è anche gonfiabile. Con esso si cinge il capo del bambino in modo da evitare che durante lo shampoo l’acqua infastidisca il piccolo cadendogli sul viso.
  4. Se il bimbo nasce con i capelli, saranno necessari anche spazzola e pettine. Tra i vari modelli in commercio, puoi trovare dei pettini che sulla estremità dei denti più sporgenti hanno delle piccolissime palline di plastica. Sono i più indicati per i neonati perché le piccole sfere di plastica escludono nel modo più assoluto che la cute possa graffiarsi.
  5. Una spugna naturale.
  6. Un termometro per l’acqua del bagnetto.
  7. 3 asciugamani da bagno per il piccolo. Scegli delle spugne grandi e morbide. Per evidenti ragioni di igiene, lavale sempre prima di adoperarle. E per i lavaggi usa un sapone neutro e del disinfettante specifico per il bucato.
  8. Una crema idratante specifica per la pelle del piccolissimo o un olio baby. Se vuoi usare il talco opta per quello in versione liquida, è opinione diffusa che il talco fluido sia preferibile perché evita al piccolo l’aspirazione di sottilissime polveri. Potresti evitare profumi e colonie, del resto la pelle del piccolo ha un proprio odore naturale unico ed inebriante che è un vero peccato coprire.
  9. Garze sterili , mercurio cromo e fascetta elastica addominale per la medicazione del moncone.
  10. Soluzione fisiologica per la pulizia delle narici e degli occhietti.
  11. Ovatta.
  12. Forbicine dalla punta arrotondata.
  13. Un termometro digitale.
  14. 1 ciuccio. Non è detto che il tuo piccolo gradisca il ciuccio, tuttavia è meglio averne uno pronto all’uso sin da subito. Sul ciuccio non esiste una opinione pacifica e diffusa, c’è chi lo approva e chi lo biasima; nella mia vita di mamma rappresenta certamente un sollievo ed un valido aiuto nella gestione dei bimbi.
  15. Salviettine disinfettanti per il ciuccio. Ti saranno molto utili fuori casa, quando non avrai l’opportunità di lavare o disinfettare il ciuccio. In commercio ne troverai diverse, tutte sono sicure, inodore ed insapore.
  16. Una catenina per il ciuccio. È fondamentale per arginare le continue cadute.
  17. 2 biberon.
  18. Un cucchiaino in silicone. Ti servirà per somministrare al piccolo le prime vitamine. La morbidezza e la flessibilità del silicone si adatteranno perfettamente alla delicatezza del tuo cucciolo.

Ogni gesto di cura del piccolo sarà più efficace e semplice se lo accompagnerai con un sorriso. Da mamma a mamma ti confido che a volte è difficile mantenere la pazienza e gestire con “gioia” anche il pianto del piccolo, ma la miglior cura per le sue ribellioni e la sua irritabilità è sempre la nostra calma.

Leggi anche

Seguici