Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Bambini, ad ogni pelle il suo bagnetto

La pelle dei bambini è naturalmente delicata, ma in alcuni casi può essere ancora più sensibile e soggetta a irritazioni. Ecco quali sono i prodotti più adatti per il bagnetto

admin

di Redazione VitaDaMamma

22 Marzo 2014

Pelle bambino bagnetto

La pelle dei bambini è il regno della delicatezza. Morbida, liscia, tonica e soffice, dietro la sua irresistibile dolcezza nasconde caratteristiche che la rendono particolarmente suscettibile alla disidratazione e all’aggressione da parte degli agenti esterni.

La pelle dei bambini è più sottile rispetto a quella degli adulti e non è dotata di tutti i meccanismi di difesa che la proteggeranno quando saranno più grandi

Anche se ha avuto meno occasioni rispetto ad altre pelli per essere danneggiata dal sole e dagli altri agenti atmosferici, le sue ridotte capacità di difesa la rendono facilmente irritabile. Per di più alcuni bambini hanno una pelle ancora più sensibile rispetto a quella degli altri bebè. E’ questo il caso dei bambini allergici, caratterizzati da una cute particolarmente secca, ruvida e dall’aspetto squamoso, ma anche dei figli di genitori con problemi di pelle sensibile o affetti da allergie, che hanno una maggiore probabilità di avere a loro volta una pelle particolarmente soggetta ad arrossamenti e sfoghi cutanei.

Per tutti questi motivi prendersi cura in modo opportuno della pelle dei bambini è fondamentale sia per proteggerla dalla disidratazione e dagli agenti esterni, sia per evitare di aggredirla ed esporla a un rischio di irritazioni ancora più elevato. Un’attenzione particolare deve essere rivolta ai prodotti utilizzati durante il bagnetto.

Detergenti, shampoo, creme e oli utilizzati per l’igiene dei piccoli devono essere formulati per rispettare la naturale delicatezza della loro pelle

Oltre a rispettare il pH naturale dell’epidermide dei bambini, i prodotti utilizzati non devono contenere alcol, profumi artificiali, coloranti o altre sostanze (come i parabeni e le molecole che permettono ai bagnoschiuma e agli shampoo per adulti di fare molta schiuma) che disidratano la pelle o la privano dei già pochi oli di cui la natura l’ha dotata per difendersi. I migliori contengono ingredienti di origine naturale (come l’estratto di camomilla e il bisabololo) in grado di ammorbidire la pelle, idratarla e darle sollievo dall’azione degli agenti stressanti.

Per detergere le pelli particolarmente sensibili e a rischio di allergia è inoltre bene scegliere prodotti dalla formula ipoallergenica, magari arricchiti di estratti naturali come quello di camomilla, ma non solo. Anche la calendula – dalle spiccate proprietà lenitive – l’aloe vera – che contrasta gli arrossamenti – e l’olio di mandorle – idratante ed emolliente – sono adatti alla cura delle pelli più sensibili.

Se la cute è particolarmente secca dopo il bagnetto si possono utilizzare oli per bambini o creme particolarmente grasse che, creando uno strato protettivo, ostacolano la perdita di acqua

Una corretta idratazione è fondamentale anche per i bambini che soffrono di eczema atopico, un fenomeno facilmente associato alla predisposizione alle allergie. Spesso questi bimbi hanno una pelle più secca rispetto alla norma, soprattutto sulle gambe e sugli avambracci. La particolare struttura della loro epidermide rende più semplice il passaggio di sostanze che possono scatenare una reazione allergica.

In questi casi il consiglio migliore è quello del pediatra, che indicherà alla mamma come prendersi cura della pelle del piccolo sia nella routine quotidiana, sia quando compaiono gli sfoghi tipici dell’eczema atopico. Per il bagnetto la regola resta però sempre la stessa: vietato aggredire!

 

Scritto da Silvia Soligon

Foto © Lsantilli – Fotolia.com

Leggi anche

Seguici