Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Bambino Malato di Tumore Diventa Soldato, Tutto Questo per Esaudire il suo Ultimo Desiderio

L'ultimo desiderio di un bimbo

Gioela Saga

di Gioela Saga

03 Aprile 2014

Cosa si farebbe per un figlio lo sa ogni genitore; cosa si farebbe per un figlio che sta morendo, la maggior parte di noi può solo immaginarlo ma è straziante solo il pensiero.

esaudito il sogno di un bambino di 5 anni affetto da retinoblastomaUn macigno che cade e ti schiaccia ogni giorno mentre cerchi di regalargli quello che potrebbe essere l’ultimo sorriso.

bimbo di 5 anni malato di tumore realizza il suo sogno

Così è successo ai genitori di Jorge Solis di 5 anni. Un bimbo che ama giocare, la mamma dice che il suo gioco preferito è giocare con i soldatini perché “da grande lui vuole diventare un soldato e servire la sua nazione“. Come dirgli che lui “grande” forse non lo diventerà mai e che se riuscirà, perdendo la vista, non si potrà certo arruolare…

Dopo alcuni accertamenti dovuti a fastidi e macchie all’occhio sinistro, ai genitori viene detto che Jorge soffre di retino blastoma, un raro tumore degli occhi.

ultimo desiderio di un bimbo

Carmen, la mamma, dice che diventare un soldato era qualcosa che aveva “nel sangue”. Ecco che l’Associazione Make-A-Wish® (Esprimi un desiderio), grazie alla collaborazione del personale dei Marines in servizio a Camp Pendleton, hanno deciso di dargli quell’opportunità che la vita gli aveva crudelmente tolto.

Il comandante del campo, per un giorno, lo ha accolto e vestito come un generale con stellette e medaglie, gli ha insegnato a marciare e salutare e Jorge sfila orgoglioso davanti ai “suoi” soldati!

bimbo di 5 anni malato di tumore realizza il suo sogno tra i marines

Affascinato ed emozionato, è riuscito a salire su alcuni mezzi di assalto, ha preso lezioni di difesa e ha provato un simulatore di volo per elicotteristi.

“Tutto questo è stato meraviglioso e lo aiuterà anche nella lunga e dolorosa terapia che dovrà affrontare” dice la madre.

Forza piccolo Jorge, adesso devi combattere la tua vera battaglia!

Video:

Leggi anche

Seguici