Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Gravidanza, festeggiare la nascita: il Baby Shower

Licia

di Mamma Licia

25 Giugno 2010

Negli Stati Uniti ed in America Latina si chiama Baby Shower (“doccia di regali”) ed è il tradizionale e quasi obbligatorio festeggiamento con cui si accoglie la futura nascita di un bambino. La tradizione vuole che questa festa sia data solamente per la nascita del primogenito, ma ormai per ogni bimbo che nasce o che viene adottato si tende ad organizzare questo party.

Al di là di ogni forma di scaramanzia, la festa del Baby Shower si svolge rigorosamente prima della nascita del bebè e durante gli ultimi due mesi di gravidanza. Ad essa è tradizione che partecipino solamente le donne (amiche, parenti, conoscenti) e la sua organizzazione può essere parecchio impegnativa.
Innanzitutto, la decorazione: rosa per le femminucce e azzurro per i maschietti; neutro – tipo bianco o giallo – se ancora non si conosce il sesso. La decorazione deve essere molto vistosa e abbondante: festoni con il nome della mamma e della futura bimba/o, grandi bouquet di fiori con bamboline in mezzo, palloncini di tutte le forme e colori etc.

Anche la tavola deve essere molto decorata, ed il tema ed il pasto devono richiamare i colori della futura nascita. E così, se si aspetta l’arrivo di una bimba, si manterrà il tono rosa anche nelle ricette che si intende presentare (cocktail di frutta rosa, torta di fragole, insalata di pompelmi rosa, etc.); oppure si prepareranno cibi “baby”, cioè alimenti adatti appunto ad un bambino.

Molto importante è anche il dolce: si opterà sempre per colori e decorazioni che richiamano il sesso del nascituro o si creerà una torta che ricordi il lieto evento.

Durante la festa è consuetudine organizzare diversi giochi, tutti improntati sul tema della nascita e del bambino. Eccone alcuni esempi:

– si divide il gruppo in coppie, una donna siede sulle ginocchia di un’altra, che deve darle da mangiare un vasetto di omogeneizzato o un biberon pieno di acqua o di succo di frutta. Vince chi imbocca più rapidamente, e chi, naturalmente, riesce a ingoiare più velocemente;

– si divide il gruppo di partecipanti in due grandi gruppi, ad ognuno di essi si dà una bambola delle dimensioni di un bebè, pannolini, borotalco e salviettine. Al via la prima persona del gruppo deve cambiare il più rapidamente possibile la bambola, per poi passarla alla prossima nella fila, che ripeterà l’operazione, e così via fino ad arrivare alla fine del gruppo. Vince il gruppo più veloce;

– si mettono in un sacchetto vari oggetti per bebè: un pannolino, una spazzola, un ciuccio, un orsetto, etc., e si consegna il tutto alla futura mamma, che deve riconoscere i vari oggetti tastandoli uno ad uno;

– si dà a tutte le partecipanti un lungo pezzo di nastro colorato ed ognuna di esse dovrà immaginare quanto nastro è necessario per circondare la pancia della futura mamma, e tagliarlo all’altezza giusta. Vince chi ha tagliato la giusta quantità di nastro, o quella che più vi si avvicina.

Le invitate ad un Baby Shower non dovranno mai presentarsi a mani vuote. Di solito il regalo è libero, ma ultimamente si sta diffondendo l’usanza di fare i baby shower a tema.

Quando si arriva alla festa è anche tradizione firmare il quaderno del baby shower, accanto al quale viene depositato il regalo che si è portato alla futura mamma. A fine festa, ed a mo’ di bomboniera, ogni partecipante riceverà un pensierino come ringraziamento. Sarà una piccola bambola, una scatolina con decorazioni infantili, una scarpetta in peltro, etc., l’importante è che questo dono non manchi mai.

Nel sito www.expatclic.com trovate questa ed altre informazioni sul Baby Shower

Leggi anche

Seguici