Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Dimmi Dove Vorresti Essere Ora e ti Dirò chi Sei

E tu dove vorresti essere in questo momento, scegli un'immagine e ti dirò chi sei!

Federica Federico

di Federica Federico

14 Aprile 2014

quale viaggio vuoi fare

Quando un osservatore si pone dinnanzi ad un’immagine la reazione emotiva dipende sempre da una pluralità di fattori tutti ispirati dall’animo di chi osserva.

Si dice comunemente che il bello non è qualcosa di “oggettivo” ma rappresenta sempre la traduzione emotiva di una sensazione di piacere. Ed il piacere, come ogni espressione dell’animo, è caratterizzato da singolare soggettività: ognuno prova piaceri differenti e trova il “bello” in cose e contesti diversi.
Così il “senso del piacere” come il “senso del bello” divergono da soggetto a soggetto.

 

Quando ad un osservatore vengono presentate delle immagini alternative, la scelta che l’individuo compie dipenderà sempre dagli impulsi del suo subconscio.

Oggi vi proponiamo alcune immagini, si tratta di figure allegoriche che spesso ricorrono anche nei sogni, attraverso l’analisi di tali allegorie proviamo a comprendere cosa ci suggerisce la scelta di una o di un’altra immagine.

Guarda le immagini, scegli quella che cattura la tua attenzione e scopri quale corda del tuo inconscio è stata toccata. Fai la tua scelta senza soffermati troppo sulle immagini, segui l’istinto e scoprirai che esso ha naturalmente portato il tuo sguardo a posarsi su una emozione in particolare.

Scopri cosa si nasconde dietro la foto che ti ha attirato.
Dimmi dove vorresti essere ora e ti dirò chi sei:

Il labirinto (Foto1) – Non tutti sanno che i labirinti nell’antichità erano disegnati e progettati da grandi architetti, ciò anche quando  le siepi che li costituivano rappresentavano l’abbellimento originale di giardini verdeggianti e fioriti. E’ per questo che colui che è attratto dal labirinto potrebbe essere un razionale, una mente ingegnosa e positiva.

  • Se hai scelto l’immagine del labirinto, probabilmente sei impegnato in un momento complicato della vita.

Chi è attratto dal labirinto infatti potrebbe rivedere nell’immagine la proiezione di un momento intricato della propria esistenza, una fase apparentemente difficile da superare.
Le menti razionali sono portate a sintetizzare le difficoltà cercando sempre una via d’uscita non troppo dolorosa e non troppo complicata: in pratica il soggetto intelligente ed ingegnoso costruisce intorno ai problemi un suo labirinto nel quale sempre riesce a districarsi trovando una personale via di fuga.

Secondo l’interpretazione cabalistica delle allegorie sognare un labirinto fatto di piante e fiori è di buon auspicio , simboleggia una felicità inaspettata e per di più proveniente da cose o persone che non sembravano né positive né amichevoli.

Il tuffo nel mare (Foto 2) – Il tuffo nel mare sintetizza due emozioni: la caduta nel vuoto seguita dalla liberazione del corpo nell’acqua.

Chi aspira a lanciarsi nel vuoto per tuffarsi in mare vuole liberarsi dalle negatività, dallo stress del quotidiano vivere secondo gli schemi e ha un forte desiderio di libertà. Il tuffo porta poi il corpo nell’acqua che di per sé evoca la vita prenatale e richiama alla pace senza responsabilità e senza pensieri.

  • Se hai scelto l’immagine del tuffo, probabilmente nutri un forte senso di libertà che la tua anima ti chiede di assecondare.

A volte staccare la spina anche solo per un giorno o due è proficuo. La mente, oltre che il fisico, spesso necessita di tempi di ripresa fisiologici: ha cioè bisogno di disintossicarsi dal lavoro e ricaricarsi. Per fare il pieno di energie non è indispensabile andare lontano, ciò che conta è liberarsi dai pensieri e scrollarsi di dosso il carico pressante delle responsabilità.

Una giornata di ozio, un sabato o una domenica di coccole, un massaggio, una passeggiata sulla spiaggia, un cinema, una cena romantica o una semplice chiacchierata con una persona cara e positiva sono lussi che di tanto in tanto dobbiamo concederci.

Camminare circondati dall’esplosione viva della natura (Foto 3) – Preferisce la natura chi auspica un ritorno alle origini, chi sente il bisogno di materialità e aspira alla costruzione fattiva di qualche cosa di duraturo e stabile.

  • Se hai scelto l’immagine della donna che cammina tra la lavanda è probabile che tu abbia bisogno di tornare all’origine delle cose e alla loro concretezza, vale ciò anche per gli affetti.

Il bisogno di fisicità, la necessità di vedere realizzate concretamente anche le aspirazioni emotive fa istintivamente apprezzare la natura.

La natura infatti di per sé evoca la spontanea nascita e fioritura delle cose, l’evoluzione istintiva e non forzata. In questo senso alla natura vuole tornare chi sente il bisogno di vivere senza forzature i propri affetti e le proprie emozioni.

Il colore della lavanda ha poi una innegabile intensità che non può che svelare la passionalità e la vivacità di chi ne è attratto.

Le cascate (Foto 4 ) – Le cascate evocano la potenza inarrestabile della natura.

  • Se hai scelto l’immagine delle cascate è probabile che tu sia una persona fatalista ma positiva: sai dentro di te che anche nei momenti peggiori c’è sempre una via d’uscita ma non ti affretti a trovarla e non ti fai sopraffare dall’ansia, attendi, invece, che la vita faccia il suo corso e ti affidi al naturale scorrere degli eventi.

Da un punto di vista cabalistico la cascata simboleggia la realizzazione dei desideri meno probabili e meno razionali, si dice che sognare una cascata sia di buon auspicio per chi serba nel cassetto un desiderio folle.

La caverna (Foto 5) – L’antro nella roccia non può che richiamare l’idea del rifugio sicuro, quello che l’uomo ricerca quando avverte una paura o sente un ancestrale bisogno di protezione.

  • Se hai scelto la caverna probabilmente avverti la necessità di parlare con te stesso, di stare da solo, di allontanarti dai problemi e stai cercando dentro di te un approdo sicuro.

Cosa ti è successo? Forse sei stato tradito o ti sei sentito messo da parte da qualcuno che amavi; forse un sogno importante e grande (come la realizzazione di una maternità o di una paternità) stenta a divenire realtà; forse sei costretto a subire un lavoro che non ti gratifica o dipendi da un capo che non ti valorizza.

 

Cosa devi fare? Guarda dinnanzi alla caverna, attraverso il varco che essa ha, guarda verso il mare e lasciati catturare dal sole, comincia realizzare che puoi navigare verso nuove mete … devi solo volerlo!

L’aquilone (Foto 8 ) – Chi sceglie l’aquilone è un eterno bambino in bilico tra i sogni e la realtà.

Attenzione però a non interpretare negativamente quello che tutti chiamano lo spirito da Peter Pan: rimanere spensierati e sognatori come lo sono i bambini non è affatto un male purché l’incoscienza sia moderata e non porti a travisare la realtà o peggio ad estraniarsi da essa.

  • Se hai scelto l’immagine dell’aquilone probabilmente sei un sognatore ed un cuore romantico, ma sei anche un ambizioso.

Rincorrere i sogni aiuta l’uomo ad elevare il proprio animo ed a sostenere le proprie aspirazioni, perciò inseguire un ideale non è un errore ma un vantaggio.

L’idealista deve soltanto fare attenzione a non trasformare se stesso nel proprio aquilone:
l’aquilone è preda del vento e resta troppo lontano dalla concretezza della terra.

In questo senso l’eccesso di idealismo, come ogni altro atteggiamento estremista, non è proficuo!  Se non viene controllato e canalizzato può portare a stravolgere la realtà, ad interpretarla falsamente o addirittura può determinare un vero e proprio isolamento del soggetto che, inebriato dai propri ideali ,può finire col “rifiutare” la realtà del mondo e la “diversità” delle persone che lo vivono e lo animano.

Attenzione: questo gioco non ha nessuna valenza psicologica ed è proposto a soli fini ludici, non sostituisce in nessun modo un esame o una valutazione psicologica del lettore.

Leggi anche

Seguici