Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Mario Balotelli e Raffaella Fico: Incontro Segreto con la Figlia

Incontro segreto con Pia: la famiglia si riunisce

Redazione VitaDaMamma

di Redazione VitaDaMamma

17 Aprile 2014

Mario Balotelli e Raffaella Fico

Il settimanale Diva e Donna n° 16 del 22 aprile 2014, Cairo Editore, da oggi disponibile in edicola, ha dedicato la propria copertina alla “quasi riunita famiglia” Fico-Balotelli.

Sulla prima pagina del magazine (in edicola) capeggiano due foto, una chiaramente recente che ritrae la nota showgirl assieme alla piccola Pia, l’altra, posta in un riquadrino, mostra la Fico sorridente accanto a quello che una volta era il suo compagno, Mario Balotelli.

Il titolo, da noi ripreso, fan ben sperare in una imminente riappacificazione della coppia che, dopo gli innumerevoli alti e bassi, gli scontri a suon di comunicati stampa e rilasciate interviste sulla paternità della piccola, sembra abbiano ritrovato un po’ di pace.

Infatti, dopo aver ricevuto conferma dal test del DNA, lo stesso calciatore, attraverso il proprio profilo twitter, ha voluto, a suo modo, “celebrare” la (ri)scoperta genitorialità postando l’ormai famosa frase:

Sono io il padre! Finalmente la verità”.

Da quel momento in molti attendono il tanto sperato, soprattutto da parte dell’ex gieffina, incontro tra padre e figlia. Fino ad oggi, per quel che ci è consentito sapere, tale incontro non è ancora avvenuto.

Diva e Donna, nel numero in edicola, rivela però che la Fico si sarebbe recata a Brescia insieme al suo avvocato per un incontro con i legali di Balotelli.

Vedere Pia tra le braccia di Mario è una speranza mai nascosta dalla Fico, anzi sempre palesata, anche durante un’intervista rilasciata al sopra citato settimanale (n° 7 del 18 febbraio del 2014).

In quell’occasione, l’ex compagna del calciatore, attualmente fidanzata con Gianluca Tozzi, figlio del cantante Umberto, si dichiarava pronta a recuperare il tempo perduto, decisa nell’accogliere il padre di sua figlia nella sua casa a Napoli, affinché la piccola potesse abituarsi alla figura paterna in modo graduale e senza traumi.

Leggi anche

Seguici