Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Fa una Follia per una Protagonista di Uomini e Donne e Finisce in Ospedale

Brutta disavventura per amore di Uomini e Donne

Redazione VitaDaMamma

di Redazione VitaDaMamma

23 Aprile 2014

Attenzione a non estremizzare o esaltare oltremodo i miti televisivi, è pericoloso e non proficuo.

Questo messaggio dovrebbe sempre arrivare ai giovani telespettatori.
La “venerazione” degli ospiti della televisione, sopratutto di coloro che non sono artisti professionisti, non è sempre un bene. Se compreso e metabolizzato tale monito diventa un “salvavita” e stimola i giovani ad una visione critica della televisione nonché ad un esame meditato e ragionato delle notizie.

Il successo che alcuni miti televisivi contemporanei sortiscono nei giovani dipende soltanto o per lo più dalla fascinazione dello strumento televisivo in cui le giovani generazioni vorrebbero letteralmente entrare.

Ilaria 33 anni è un’accanita ammiratrice di Uomini e Donne, la sua estrema ammirazione per Gemma Gagliani, 64anni, protagonista del Trono Over, le è costata però una corsa in pronto soccorso:

la fan attendeva Gemma fuori dal teatro torinese dove la donna lavora come direttrice di sala. Alla vista di Gemma, Ilaria, presa dall’eccitazione si è messa a correre verso il suo idolo, non ha notato una porta a vetro aperta e ha battuto la testa. E’ stata trasportata al pronto soccorso. Non paga né arrendevole, la paziente è scappata dal presidio ospedaliero per tornare dalla sua Gemma.

Ilaria è disoccupata e vive nella provincia torinese con i genitori, Gemma, si è detta lusingata da tanto affetto, ed ha accolto a cuore aperto l’amicizia di Ilaria.

La storia di questa fan indomita è raccontata sulle pagine di Donna al Top (GVE Editore nel n°16 del 24 Aprile 2014).

Posto che è vero che la disoccupazione fa tendere le persone ad affezionarsi alla compagnia dei personaggi televisivi e posto che la tv esercita un enorme fascino sui giovani, ai ragazzi vanno lanciati due chiari e sintetici messaggi:

1 – i miti televisivi non possono invadere la vita quotidiana, la loro fascinazione non deve compromettere la ragionevolezza, limitare i buon senso o mettere a rischio la salute fisica;
2 – la tv può rappresentare una possibilità di successo ma spesso il successo televisivo è volatile e non stabile. Nella vita è importante formarsi culturalmente e professionalmente, solo una salda formazione personale può sostenere un individuo e aiutarlo a crescere anche come persona.

Leggi anche

Seguici